Chiamatemi Gemini: Google cambia nome e potenzia Bard

Google ha rilanciato e rinnovato il suo chatbot AI, precedentemente noto come Bard, rinominandolo Gemini. Questa mossa fa parte di una strategia più ampia per competere nel crescente mercato delle sottoscrizioni AI, posizionandosi contro rivali come Microsoft e il suo partner OpenAI. Gemini è stato potenziato con l’introduzione di un nuovo modello AI, Ultra 1.0, che promette capacità di ragionamento migliorate. Gli utenti negli Stati Uniti possono accedere a Gemini Advanced, che include Ultra 1.0, sottoscrivendo per 19,99 dollari al mese. Questo piano, denominato Google One AI Premium, offre anche 2 terabyte di archiviazione cloud e presto integrerà Gemini in servizi come Gmail e la suite di produttività di Google.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!
Chiamatemi Gemini: Google cambia nome e potenzia Bard

La versione Advanced è disponibile in più di 150 paesi in inglese, con piani per l’espansione ad altre lingue. Questo servizio dicono si distinguerà per la sua capacità di gestire compiti complessi come la codifica, il ragionamento logico e la collaborazione su progetti creativi, offrendo conversazioni più lunghe e dettagliate e una migliore comprensione del contesto da prompt precedenti.

Oltre a ciò, l’applicazione Gemini per Android introduce un nuovo strato conversazionale che migliora l’interazione con l’AI, fornendo suggerimenti contestuali e accesso a funzioni comunemente utilizzate come fare chiamate, impostare timer e controllare dispositivi smart home. Google ha in programma di aggiungere ulteriori funzionalità di Assistant in futuro, suggerendo una graduale sostituzione di Assistant con Gemini. L’applicazione, che include l’accesso a Gemini Advanced, è disponibile in inglese negli Stati Uniti e verrà lanciata in altre regioni e lingue come il giapponese e il coreano nella prossima settimana.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Questo aggiornamento riflette l’ambizione di Google di posizionarsi come leader nel settore dell’intelligenza artificiale generativa, rispondendo alle esigenze degli utenti di tecnologie AI sempre più sofisticate e integrate nel quotidiano.

Related Posts
La nuova Legge UE per l'intelligenza artificiale
Leggi di più

La nuova Legge Europea per l’intelligenza artificiale

L'Europarlamento ha approvato una legge rivoluzionaria sull'intelligenza artificiale (IA), stabilendo nuovi standard normativi che vietano specifiche applicazioni di IA. Questo include il divieto di sistemi di categorizzazione biometrica e l'acquisizione massiva di immagini facciali dal web o da videocamere di sicurezza per creare database destinati al riconoscimento facciale. Inoltre, la legislazione proibisce l'uso di tecnologie per l'analisi delle emozioni nei luoghi di lavoro e nelle istituzioni scolastiche, nonché l'implementazione di sistemi di valutazione sociale e metodi di polizia predittiva.