Editoria italiana: prosegue il periodo nero

In Italia si vendono sempre meno quotidiani