Una nuova delegazione per il design in Emilia Romagna

L’Associazione Disegno Industriale (ADI), storica organizzazione che riunisce designer, operatori e aziende design oriented, ha un nuovo presidente e un comitato direttivo per la sua delegazione in Emilia Romagna, dopo una assemblea elettorale tenutasi il 20 luglio nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti, nutrita come non mai.

L’Associazione Disegno Industriale (ADI), storica organizzazione che riunisce designer, operatori e aziende design oriented, ha un nuovo presidente e un comitato direttivo per la sua delegazione in Emilia Romagna, dopo una assemblea elettorale tenutasi il 20 luglio nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti, nutrita come non mai.

Il nuovo presidente è Carlo Branzaglia, che subentra a Massimo Iosa Ghini, al termine dei suoi due mandati di rito.
Nel comitato esecutivo entrano anche Valentina Downey, Monica Talenti, Silvia Stanzani, Enrico Maria Pastorello. “Questo avvicendamento naturale significa però anche una implementazione del tessuto associativo, che ha ampi possibilità di crescita e connessione sia al suo interno che con partner istituzionali o meno – afferma il neo eletto Branzaglia – in una regione che è ormai matura per accettare un discorso complesso sul design, che miri non solo all’estetica dei prodotti ma anche alla funzionalità dei processi.”

A rimarcare questa posizione, la presenza di un gruppo di lavoro con deleghe su settori diversi (dalla sostenibilità con Lucy Salamanca al design per la comunicazione con Wladimiro Bendandi) su tutto il territorio regionale, che rappresenta sia professionisti che imprese

Il nuovo presidente Carlo Branzaglia, insegna all’Accademia di Belle Arti di Bologna dove ha ideato i corsi di Design Grafico eDesign Management e il Design Center Bologna. Direttore Editoriale di Artlab, è partner in DmcBologna.

Valentina Downey, nominata vicepresidente, è designer ed ha lavorato per aziende come Valli&Valli, Bocchiotti, Methis, Cornitec. Consulente di CSIL (Centro Studi Industria Leggera) ha al suo attivo attività didattica per Domus Academy, La Sapienza, Accademia di Bologna e lo IED di Madrid.


AmazonCommercial - Mascherine FFP2 certificate CE, filtraggio al 94% (confezione da 10)
  • Con certificazione CE da parte di un organismo notificato UE (numero 0099) che garantisce il rispetto degli standard europei di salute, sicurezza e protezione ambientale; confezionate in modo igienico per ulteriore sicurezza
  • Testate e approvate secondo gli standard FFP2 con un efficiente tasso di filtraggio superiore al 94%, intrappolano le particelle di dimensioni inferiori a 0,1 micron, inclusi i patogeni batterici
  • Design ad alta resistenza alla polvere, ideali da utilizzare a casa, al lavoro o all’esterno, proteggono da nebbia, foschia, tubi di scappamento delle auto, fumo passivo e altro
  • Realizzate con materiali di prima qualità, inclusi elastici delicati che non sfregano né irritano, possono essere facilmente appese al collo quando non si utilizzano. Create tenendo bene a mente sia la protezione che il comfort, grazie alla forma sagomata riducono la pressione sul viso
  • Il materiale morbido ed elastico intorno ai bordi delle mascherine aderisce al viso per impedire l’entrata di polvere, mentre i filtri stratificati in cotone ti permettono di respirare normalmente anche in ambienti caldi e umidi

Related Posts