TIME ha sostituito il suo logo sulla copertina per la prima volta nella sua storia quasi centenaria

Cover TIME

A poco più di una settimana dalle elezioni presidenziali Statunitensi, la rivista TIME cambia la propria testata sostituendola con Vote. Non era mai successo in quasi cento anni di storia. Sulla copertina campeggia la scritta “Vote” e il ritratto di una donna con una bandana che le copre bocca e naso, a simboleggiare le difficoltà che al giorno d’oggi tutti gli elettori devono affrontare a causa della pandemia.

Le prossime elezioni saranno fondamentali e serviranno a definire il mondo, si spiega nell’editoriale, sollecitando tutti gli americani ad esercitare quello che deve essere un imperativo, ossia il diritto al voto.

Pochi eventi plasmeranno il mondo a venire più del risultato delle prossime elezioni presidenziali americane. Mentre gli americani decidono se è il momento di premere il pulsante di reset, questo numero di TIME include un rapporto speciale sui giorni di chiusura della campagna 2020. “Il 3 novembre (o, si spera, subito dopo), avremo finalmente una risposta alla domanda su cosa hanno significato questi ultimi quattro scombussolanti anni”, scrive la corrispondente politica nazionale di TIME, Molly Ball. “Non si tratta di decidere quali proposte politiche perseguire, ma di quale realtà decidiamo di abitare collettivamente”.

Per segnare questo momento storico, probabilmente una decisione consequenziale come quella che ognuno di noi ha preso alle urne, per la prima volta nella nostra storia quasi centenaria abbiamo sostituito il nostro logo sulla copertina della nostra edizione americana con l’imperativo per tutti noi di esercitare il diritto di voto – continua l’editoriale. Per aiutare, abbiamo fornito ai lettori una guida su come votare in sicurezza durante questo anno straordinario.

L’opera d’arte sulla copertina è di Shepard Fairey, il cui lavoro comprende due precedenti copertine TIME. “Anche se il soggetto nel ritratto sa che ci sono ulteriori sfide alla democrazia durante una pandemia“, dice Fairey dell’immagine, la persona è determinata a usare la sua “voce e il suo potere votando”.

Tag