Terras Gauda, la creatività è stata premiata Il poster design come un ponte tra diverse culture e società in un'edizione con 1.435 opere provenienti da 66 paesi dei cinque continenti.

Terras Gauda
Bienal Internacional de Cartelismo Publicitario Terras Gauda, Concurso Francisco Mantecón, 2019

Terras Gauda riunisce Arte e Vino nella Biennale Internazionale di Cartellonistica Pubblicitaria – Concorso Francisco Mantecón, che nella sua 14ª edizione ha riconosciuto la creatività e l’originalità degli artisti grafici di Estonia, Stati Uniti, Russia, Paesi Bassi e Israele.

Eva Unt e Margus Tammik, dello studio di design UNT/TAMMIK (Tallinn), sono i creatori dell’opera vincitrice del 1° Premio, che ha ricevuto anche 10.000 euro in denaro.

Terras Gauda

Dalla Florida, l’artista americano Remi Jeffrey-Coker ha vinto invece uno degli ambiti premi; nativo di Mosca e professore universitario Andrey Logvin, con più di 30 premi in concorsi internazionali, è stato anche riconosciuto dalla giuria, così come l’illustratore Bjorn Nelissen (Paesi Bassi) e l’artista israeliano Guil Fridman.

Complessivamente, la cantina ha assegnato 17.000 euro in premi. Il designer italiano Leandro Faina è stato inoltre selezionato tra i finalisti.

Leandro Faina - Terras Gauda

Nel 2019 hanno partecipato 1.435 manifesti provenienti da 66 paesi in Europa, Asia, Africa, Nord e Sud America e Oceania. Le università di Shanghai e di Roma hanno approvato il concorso con la partecipazione di professori di Belle Arti e dei rispettivi gruppi di studenti. Con partecipanti provenienti dalla Bauhaus Universitat Weimar, e dalle scuole statunitensi SCAD Savannah, dall’Università di San Francisco e dalle Accademie d’Arte di New York.

Javier Jaén, che ha lavorato per il New York Times, il Washington Post e l’Università di Harvard, e Diego Areso, direttore artistico di El País e País Semanal, sono due dei professionisti che hanno fatto parte della giuria di questa edizione.

Più di 18.000 opere di designer di 100 nazionalità diverse hanno partecipato a queste 14 edizioni, a dimostrazione delle dimensioni che questa Biennale ha raggiunto nella comunità creativa internazionale, con l’appoggio di gruppi professionali illustri e di associazioni prestigiose come l’AIGA (USA), Artnagrada (Russia), Latin American Design Association (ALADI), Chartered Society of Designers (Regno Unito) e l’Associazione Svedese per il Design e la Pubblicità.

I quaranta finalisti del concorso biennale, tra cui i vincitori del premio, entrano nella fase due in un concorso ristretto indetto dall’Ente del Turismo della Galizia in collaborazione con Terras Gauda. L’obiettivo: progettare poster per promuovere la 9ª e la 10ª Open Doors Sessions per le strade del vino della Galizia. Ognuno dei due premi è accompagnato da un premio in denaro di 5.000 euro.