Tante carte non solo per etichette del vino.

Da tempo, cantine e operatori del settore alimentare e vinicolo non si accontentano di una bella etichetta, ma investono sempre più nel packaging e nell’immagine del prodotto e dell’azienda, utilizzando un’ampia gamma di stampati: cataloghi, brochure, schede, mailing, ecc.

Fedrigoni ha colto questa tendenza ed ha presentato il nuovo visual book Tasting. Un approccio innovativo che gioca sul parallelismo tra le carte speciali Fedrigoni e tre discipline espressive – architettura, design, letteratura – che sempre più intervengono nella valorizzazione dell’enologia e dell’alta gastronomia.

Nel visual viene presentata la vasta collezione di carte Fedrigoni per etichette: le carte proposte sono quelle con caratteristiche tecniche specifiche che ben si prestano alla stampa in offset, alla serigrafia e alle successive fasi di nobilitazione e finissaggio.

Il ventaglio di carte WS (wet strength: resistenti all’umido e antispappolo) è decisamente ampio e viene arricchito, come da tradizione, da una serie di raffinate carte speciali per etichettare prodotti non esposti direttamente all’acqua (come, per esempio, il vino nel cestello del ghiaccio), con un’ampia scelta di grammature, di colori e finiture superficiali.

Le altre due sezioni che completano il visual book sono una coloratissima vetrina aperta sulle carte più significative da utilizzare per la stampa di mailing, cataloghi, coordinati grafici e per il packaging. In tutto una trentina di esempi che, se non esauriscono la gamma Fedrigoni, sono più che sufficienti a fornire un ampio panorama.

La parte dedicata al packaging presenta un assortimento di carte presenti anche nelle precedenti sezioni, proprio per sottolineare la possibilità di realizzare etichetta, confezione e comunicazione su supporti della stessa gamma, in modo da rafforzare il legame dei collegamenti tattili e visivi e costruire un’immagine di prodotto estremamente unitaria e compatta.