Quando la VisualCom diventa “Just in time”