Succede in RCS: vicinissima la cessione di Flammarion

Durante l’ultimo CDA in cui Pietro Scott Jovane fu nominato nuovo amministratore delegato, RCS analizzò anche il caso del gruppo editoriale francese Flammarion, da tempo in odore di cessione, il consiglio decise di proseguire il processo di negoziazione del contratto di compravendita con la società editoriale francese Gallimard.

A quanto si apprende dall’edizione odierna de ‘Il Sole 24 ore’ si sarebbe arrivati alla definizione degli ultimi dettagli per il passaggio del gruppo Francese.
Dalle colonne del quotidiano finanziario emerge come la chiusura della trattativa sia sempre più vicina, al lavoro sul dossier della gara ci sarebbe Mediobanca anche se uno dei nodi principali per la cessione sarebbe ancora una volta il prezzo.
RCS chiedeva circa 300 milioni di euro, mentre secondo indiscrezioni le parti potrebbero accordarsi ad un prezzo vicino ai 220 milioni.

Il Gruppo editoriale francese Flammarion, dal 1876 presidia i mercati dell’editoria scolastica, universitaria e nella distribuzione; fu acquisito da RCS nel 2000 attraverso RCS Libri con l’acquisto del 77% della proprietà, all’epoca il gruppo – quotato in borsa – fu comprato per una cifra attorno al miliardo di franchi francesi. Ora, la cessione a Gallimard potrebbe gettare le basi per la nascita di una delle maggiori case editrici transalpine.