Sole 24 Ore: perdita trimestre a 10 milioni e ricavi giù del 13,3%

Il Gruppo 24 Ore ha diffuso ieri i dati relativi al primo trimestre del 2013, nel report per gli investitori si rileva come i ricavi consolidati pari a 98,8 milioni di euro, abbiano registrato una diminuzione del 13,3%, principalmente per l’andamento del mercato pubblicitario (-7,5 milioni di euro, -17,4% che si confronta con un mercato in calo del 16,5%) che risente della persistente crisi della pubblicità finanziaria.
Il Margine Operativo Lordo è stato pari a -6,7 milioni di euro, condizionato dal calo dei ricavi consolidati di 15,2 milioni di euro.
Rispetto al primo trimestre del 2012 il costo del personale è in miglioramento di 3,3 milioni di euro principalmente per effetto della riduzione dell’organico medio e dell’attuazione dei contratti di solidarietà che “coinvolgono 400 giornalisti e di 850 poligrafici e grafici”:https://www.draft.it/cms/Contenuti/il-sole-24-ore-in-sciopero-contro-il-bonus-alla-treu; gli altri costi sono in miglioramento di 6,9 milioni di euro anche grazie all’implementazione del piano d’azioni.
A fronte di questi dati, il Gruppo ha registrato un risultato netto pari a -10,4 milioni di euro, in diminuzione di 5,1 milioni di euro rispetto al pari periodo del 2012 e con una posizione Finanziaria Netta negativa per 31,4 milioni di euro.

Secondo i dati riportati agli investitori Il Sole 24 Ore è il primo quotidiano nazionale digitale con 58.949 copie digitali medie nel mese di marzo. In termini di diffusione carta + digitale, si conferma il terzo quotidiano nazionale più diffuso in Italia. La diffusione totale a marzo è di oltre 287.400 copie medie.
La classifica stilata da ADS vede sul podio delle copie digitali Il Sole 24 Ore (58.949), Corriere della Sera (58.492) e La Repubblica (48.477).

Il Gruppo ha registrato inoltre ricavi per 34,6 milioni di euro (35,0% del totale) dal settore digitale, in crescita grazie ai ricavi da editoria elettronica e servizi telematici e alla pubblicità su mezzi digitali. Il sito ilsole24ore.com nel 1° trimestre 2013 rileva una crescita del +22% dei browser unici medi giorno, con il record assoluto di browser unici registrato a marzo con 10.628.307; +4,7% di pagine viste medie giorno. La versione mobile del sito rileva una crescita del 36,6% dei browser unici nel giorno medio e +32,5% di pagine viste. Per il settore “Tax & Legal”, la crescita dei ricavi digitali si è attestata +11,6% (55% dei ricavi).

Per la raccolta pubblicitaria il Gruppo ha poi risentito di una flessione del 16,6% in linea con l’andamento del mercato: decremento più contenuto rispetto al mercato invece per Radio24, in flessione del 12,1%, rispetto al -17,3%. Andamento più favorevole invece per la raccolta Internet +6,8%.
La radio di Confindustria si conferma poi tra le Top Ten delle radio nazionali più ascoltate con 1.896.000 ascoltatori nel giorno medio, in crescita del 2% rispetto ai dati totali 2012.

La Settimana Grafica

Iscriviti alla Settimana Grafica

Rimani aggiornato su tutto quello che accade nelle Arti Grafiche e nella comunicazione, iscriviti ora alla nostra newsletter settimanale.


ai sensi dell'art. 13 Reg. UE 2016/679 e acconsento al trattamento dei dati personali

Rispondi