Canon Italia supportando come Digital Imaging Partner il progetto Seva desidera accrescere il potere positivo della tecnologia e dei servizi di imaging ispirandosi alla filosofia Kyosei, termine giapponese che si traduce con “vivere e lavorare insieme per il bene comune”.

Gli obiettivi di sostenibilità sono parte integrante delle scelte e delle attività aziendali e per questa ragione ha collaborato alla realizzazione di una serie di documentari che punta a raccontare, attraverso storie di viaggio, alcune delle tematiche di importanza capitale per la salvaguardia della vita sul Pianeta.

Il tutto guidato dalla narrazione di Stefano Tiozzo, fotografo naturalista e autore dei documentari di viaggio più seguiti e apprezzati sul web. La metà del ricavato dalla vendita dei documentari sarà impiegato per finanziare un progetto di riforestazione di Treedom.

Ma SEVA non è solo documentario bensì un progetto di ampio respiro di Responsabilità Sociale cui Canon ha deciso di aderire con entusiasmo, mettendo a disposizione le proprie tecnologie di imaging per aiutare a raccontare la realtà che ci circonda, offrendo tutto il potere delle immagini per portare l’attenzione sui grandi cambiamenti ambientali e climatici del nostro tempo.

Il primo episodio di SEVA documenta un viaggio in Islanda, dove si affronta il tema del Climate Change, delle energie rinnovabili e di un turismo più sostenibile. La terra del ghiaccio e del fuoco è infatti un luogo esemplare per mostrare le due facce di questo problema; da un lato la rapidissima fusione di enormi ghiacciai, e dall’altro una posizione di avanguardia mondiale nello sviluppo di uno stile di vita a emissioni zero. Questo primo episodio di SEVA si avvale del contributo di climatologi e ricercatori di livello internazionale quali:

  • Luca Mercalli, l’autorevole meteorologo, climatologo, divulgatore scientifico e accademico italiano, noto al pubblico anche per la partecipazione alla popolare trasmissione Che tempo che fa.

  • Eleonora Cogo, che lavora presso la divisione Climate Simulation and Prediction a Bologna. Ha partecipato ai negoziati ONU sui cambiamenti climatici (UNFCCC) che hanno portato all’Accordo di Parigi.

  • Stefano Materia, scientist al Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) di Bologna, e si occupa di previsioni climatiche, dei processi che le governano e delle loro applicazioni in campo energetico e agroalimentare.

“Il nostro mondo sta cambiando radicalmente, ogni anno che passa il pianeta e l’ambiante vivono condizioni sempre più complesse. In questa situazione le aziende come la nostra non hanno solo la possibilità e la volontà di agire, ma anche il dovere di farlo.” afferma Daniela Valterio, Environment, Quality & Product Safety Manager di Canon Italia “Siamo fieri di essere al fianco del progetto SEVA, che in ogni suo aspetto punta a portare un concreto miglioramento. Il primo aspetto, quello documentaristico, vuole sensibilizzare e offrire una visione completa di ciò che sta accadendo. Il progetto di raccolta fondi invece mira ad attivare una azione di riforestazione, indispensabile per la rinascita del nostro pianeta. È motivo di orgoglio per noi vedere le nostre tecnologie di imaging impiegate per raccontare questa incredibile iniziativa. Per lavorare bene non basta la testa, ci vuole anche il cuore.”

Canon ha voluto partecipare in modo tangibile al racconto dei documentari del progetto SEVA mettendo a disposizione le sue tecnologie più innovative per dare forza e supporto al linguaggio narrativo dei video.

In particolare con i nuovi sistemi EOS R, EOS RP e l’amplia famiglia di ottiche.

Tag

Rispondi