Quasi la metà degli italiani non va in posti con segnaletica (Covid) poco chiara

Segnaletica

  • La segnaletica relativa al Covid-19 ha un impatto diretto sul movimento dei clienti nel settore retail, con oltre l’80% dei consumatori più inclini a entrare in esercizi che presentano una segnaletica chiara circa il distanziamento sociale.

  • Ristoranti e bar sono stati indicati come i locali che presentano la segnaletica relativa al distanziamento sociale meno chiara.

Il 45% dei consumatori italiani ha smesso di frequentare gli esercizi commerciali che non presentano una chiara segnaletica relativa al distanziamento sociale, secondo i risultati di uno studio su oltre 2.500 consumatori in 5 paesi promosso da Roland DG.

Lo studio rivela che questa mancanza ha un impatto notevole sulla fiducia dei consumatori. In Italia, l’86% dei consumatori ha affermato di sentirsi più sicuro negli esercizi con una segnaletica chiara sul distanziamento sociale e l’83% preferisce fare spese in esercizi che presentano istruzioni chiare sulle misure di distanziamento sociale.

I risultati indicano inoltre che i marchi rischiano danni di immagine dovuti a un’eventuale segnaletica inadeguata sul Covid-19, con i consumatori italiani che affermano che il principale effetto emotivo di una segnaletica insufficiente è la sensazione che le aziende non prendano sufficientemente sul serio la loro sicurezza (risposta del 47% degli interrogati). La segnaletica è oggi più che mai sotto i riflettori, con la stragrande maggioranza dei consumatori (85%) che dichiara di essere più sensibile a questo aspetto rispetto a prima della pandemia.

Segnaletica

In Italia, gli esercizi con la segnalazioni meno chiare relativa al distanziamento sociale sono i ristoranti e bar (indicati dal 36% degli interrogati), seguiti dai supermercati e dai negozi di alimentari in genere (35%), infine dai negozi di abbigliamento (29%). I giovani consumatori nella fascia 25-34 anni sono risultati quelli più inclini a sentirsi sicuri in esercizi con una segnaletica chiara (92%) e a entrare in negozi con una segnaletica chiara (91%).

“Gli esercizi commerciali tradizionali devono incrementare il flusso dei clienti e una immagine efficace svolge un ruolo fondamentale nel convincere i consumatori a entrare nei negozi. Tuttavia, i dati indicano chiaramente che la maggior parte delle aziende non presta un’attenzione sufficiente a questo aspetto. I punti vendita che non danno priorità alla segnaletica relativa al Covid-19 continueranno a riscontrare un allontanamento dei clienti” afferma Marc Artigas, Direttore Commerciale, Roland DG Italia.

I brand hanno l’enorme opportunità di utilizzare la segnaletica per distinguersi e conquistare nuovamente la fiducia dei consumatori. A tale proposito, le aziende operanti nel settore della stampa svolgono un ruolo cruciale nella sensibilizzazione dei consumatori retail circa il potere di una segnaletica efficace e incisiva. Il settore della stampa è centrale per mettere i consumatori a proprio agio, ispirare fiducia e mantenere tutti al sicuro”, continua Artigas.