Rapida crescita dei magazine digitali e .folio gratis

Adobe (Nasdaq – ADBE) ha pubblicato una statistica che dimostra come Digital Publishing Suite stia favorendo la crescita esponenziale dei magazine digitali e la durata dell’interazione da parte dei lettori.
A partire dal lancio di Adobe DPS, meno di tre anni fa, oltre 150 milioni di pubblicazioni digitali sono state scaricate su dispositivi mobili. Negli scorsi dodici mesi, inoltre, gli editori hanno raggiunto attraverso le pubblicazioni digitali oltre tre volte la quantità di lettori unici rispetto al 2012.
I dati mostrano anche un aumento del coinvolgimento dei lettori dei magazine digitali, che ogni mese dedicano in media 50 minuti del proprio tempo a leggere in digitale.
Per dare un ulteriore impulso al settore, l’azienda di San Jose ha annunciato che nel primo trimestre del 2014 pubblicherà le specifiche tecniche del formato *.folio per i magazine digitali, con licenza gratuita*.
Questo favorirà l’’espansione del digital publishing, permettendo agli editori di creare la propria app per visualizzare i magazine digitali realizzati con DPS.



L’uso degli strumenti in-app per il marketing consumer messi a disposizione da DPS, secondo Adobe, favorisce la crescita della diffusione dei magazine digitali e permette una personalizzazione per ciascun titolo.
Queste funzionalità includono la condivisione sui canali social come Facebook, Twitter e Pinterest, la visualizzazione in anteprima di singoli articoli o di intere edizioni e le notifiche push, che segnalano ai lettori la disponibilità di nuovi contenuti. Questi strumenti hanno permesso di coinvolgere nuovi lettori e di incrementare la vendita di contenuti, migliorando la scoperta di novità da parte degli utenti e offrendo un accesso immediato ai contenuti e alle offerte.

Adobe ha inoltre pubblicato una “guida alle best practice” (PDF da scaricare) per supportare gli editori nel trarre vantaggio da tutte le funzionalità di DPS, con l’obiettivo di accrescere l’awareness, raccogliere dati, formulare prezzi ottimali e offerte di abbonamento e massimizzare la diffusione e il tasso di conversone degli utenti. DPS è utilizzata anche da organizzazioni e istituzioni per realizzare app piacevoli ed efficaci per i propri dipendenti e consumatori.

Gli editori hanno l’esigenza di utilizzare sempre più di DPS come la propria piattaforma primaria per molteplici sistemi operativi e edicole digitali, comprese quelle in cui i magazine in DPS non sono ancora disponibili. Con l’obiettivo di massimizzare la diffusione dei propri magazine digitali realizzati utilizzando DPS, Adobe pubblicherà, nel primo trimestre del 2014, le specifiche tecniche del formato .folio, con licenza gratuita. .folio è il formato con cui sono pubblicati tutti i magazine con DPS ed è diventato uno standard di fatto per le pubblicazioni digitali interattivi. Questa licenza gratuita permetterà a tutti i produttori di notizie di implementare le proprie app per visualizzare i file .folio.

Rispondi