«Questo sembra più un sedere che un logo dei vigili del fuoco» I vigili del fuoco di Bruxelles si sono abbastanza agitati per la proposta di un nuovo logo del loro dipartimento.

I vigili del fuoco di Bruxelles si sono abbastanza agitati per la proposta di un nuovo logo del loro dipartimento. A quanto emerso, la proposta grafica di un cuore con fiamme gialle e rosse non sarebbe proprio piaciuta ai pompieri belgi.

Il progetto vorrebbe uniformare il dipartimenti del Vigili del Fuoco al logo ufficiale della regione della capitale – un iride con la fioritura a forma di cuore. Tutti i dipartimenti e i servizi regionali sono tenuti a portare un logo con lo stesso spirito.

“Questo sembra più un sedere che un logo dei vigili del fuoco”, ha denunciato il sindacalista Eric Labourdette al Het Laatste Nieuws. “Non c’è un chiaro collegamento con i servizi di emergenza, con l’assistenza medica o con la lotta antincendio. Questo non ha nulla a che fare con il nostro lavoro o le nostre tradizioni. Il personale è davvero arrabbiato per questo”.

Inoltre, Labourdette sostiene che il logo non sarebbe nemmeno legale. “Dopo gli attacchi terroristici del 22 marzo, è stato deciso che tutti i servizi di emergenza avrebbero dovuto portare il badge. C’è un logo specifico su di essi – un casco con due assi su uno sfondo di fiamme. Siamo legalmente obbligati ad indossare quel logo”.

I vigili del fuoco della capitale hanno protestato per le strade già tre volte quest’anno contro le proposte di modifica dei livelli salariali e del sistema di bonus. “Questa è più o meno la stessa situazione”, lamenta Labourdette, “tranne che questa volta nessuno ce l’ha chiesto. Il governo regionale sembra farne un’abitudine”.

Un portavoce dei servizi di emergenza ha assicurato ai Vigili del Fuoco che “non c’è stata una decisione definitiva sul logo” e che “qualsiasi nuovo logo sarebbe stato presentato al personale prima di essere implementato”.

Rispondi