Ordine dei grafici: provvedimento ancora fermo in commissione

Piccolo aggiornamento sul provvedimento all’esame della Commissione Industria del Senato in merito alle professioni non organizzate in ordini o collegi, il famoso ordine dei grafici. Ancora fumata nera.

Piccolo aggiornamento sulla situazione dei DDL fermi in commissione Industria al Senato; il 3270 ovvero, *disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi* (da noi ribattezzato “ordine dei grafici”:https://www.draft.it/cms/Contenuti/un-riconoscimento-professionale-per-i-grafici-se-ne-discute-alla-camera ndr.), Approvato dalla Camera dei deputati in un testo risultante dall’unificazione dei disegni di legge d’iniziativa dei deputati Froner ed altri; Anna Teresa Formisano; Buttiglione ed altri; Della Vedova e Cazzola; Quartiani ed altri. E dei 1329 e 1464, rispettivamente disposizioni in materia di professioni non regolamentate e delega al Governo in materia di gestione previdenziale delle medesime professioni e disposizioni in materia di professioni non regolamentate e delega al Governo per la istituzione di specifiche forme di tutela previdenziale dei soggetti che esercitano le professioni non regolamentate.

Nella seduta del 30 ottobre 2012, in commissione la senatrice Fioroni (PD), “relatrice del provvedimento”:https://www.draft.it/cms/Contenuti/entro-breve-il-ddl-professioni-non-regolamentate, ha rivolto un invito alla Presidenza della Commissione e alla Commissione tutta per assicurare che il disegno di legge in titolo *venga approvato entro la settimana in corso*, in modo da consentirne l’esame da parte dell’Aula. Ricordando infatti che la Commissione bilancio ha già espresso il prescritto parere sul testo e sugli emendamenti presentati e che la Commissione può pertanto procedere celermente alla votazione degli emendamenti stessi, per conferire poi mandato al relatore a riferire in Assemblea.

La Commissione ne ha preso atto, rinviando il seguito dell’esame congiunto.

Tuttavia a quanto risulta dal calendario del Senato, la seduta di oggi pomeriggio della commissione è stata “sconvocata”, presumiamo che nemmeno questa settimana il provvedimento verrà quindi passato in Aula; ricordiamo che le commissioni si riuniscono giusto un paio d’ore per due pomeriggi alla settimana, presumiamo che sia dovuto alla mole di lavoro che i nostri Senatori della Repubblica debbono affrontare, dal martedì quando arrivano al giovedì quando prendono il trolley per andarsene dalla capitale.

Related Posts