Nuove stampanti a foglio singolo per la stampa di produzione

InfoPrint Solutions Company, joint venture tra IBM e Ricoh, ha annunciato l’inserimento di sei nuovi modelli nel proprio portafoglio di stampanti monocromatiche a foglio singolo, offrendo così soluzioni ad alte prestazioni per ambienti transazionali e Print On Demand (POD).

InfoPrint Solutions Company, joint venture tra IBM e Ricoh, ha annunciato l’inserimento di sei nuovi modelli nel proprio portafoglio di stampanti monocromatiche a foglio singolo, offrendo così soluzioni ad alte prestazioni per ambienti transazionali e Print On Demand (POD).

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

I modelli InfoPrint Pro 907, InfoPrint Pro 1107 e InfoPrint Pro 1357 sono ideati per l’impiego in data center, centri servizi e aziende per operazioni di stampa e finitura di documenti transazionali. Tutti i modelli supportano la tecnologia InfoPrint IPDS (Intelligent Printer Datastream), il datastream privilegiato per la stampa transazionale. Con un massimo di 135 impressioni al minuto (ipm) e un ciclo di lavoro di 1,9 milioni di impressioni mensili, garantiscono una stampa di alta qualità, rapida e affidabile, proteggendo, al contempo, i dati variabili di tipo mission-critical.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

I nuovi modelli multifunzione, contraddistinti dalla dicitura EX, sono ideali per i lavori di stampa on-demand. InfoPrint Pro 907EX, InfoPrint Pro 1107EX e InfoPrint Pro 1357EX sono dispositivi veloci, potenti, versatili e compatti per la gestione di molteplici applicazioni di stampa e flussi di lavoro, in genere in situazioni che richiedono tempi di esecuzione rapidi. Il disco fisso standard di cui sono dotati questi tre modelli può essere utilizzato per salvare e gestire i lavori, velocizzare la realizzazione di opuscoli, utilizzare dati variabili e modificare l’ordine delle pagine. Le unità orientate alla stampa on-demand offrono la possibilità di utilizzare svariati supporti, tra cui schede, etichette e carta patinata. I modelli EX supportano inoltre un server di stampa EFI Fiery esterno, consentendo così la creazione di lavori complessi e la gestione delle code di stampa.

Tutti e sei i modelli sono modulari e configurabili per rispondere al meglio alle esigenze degli ambienti transazionali e POD. Grazie alle elevate velocità di stampa, la stampa di alta qualità con risoluzione 1200 dpi e le eccellenti funzionalità di finitura, non sarà più necessario affidare i lavori in outsourcing. Le notevoli capacità di input e output, l’unità anticurvatura per i supporti, le componenti di servizio TCRU (Trained Customer Replaceable Units) e il sensore a ultrasuoni di rilevamento multifeed aumentano l’uptime e consentono elevate tirature di stampa. Tutti i modelli sono in grado di offrire supporto per molteplici datastream, stampa di dati variabili, stampa su diverse modalità plex e supporti differenti, nonché svariate opzioni di finitura per velocizzare il completamento dei lavori.

“InfoPrint è orgogliosa di poter offrire il più efficiente portafoglio di stampanti monocromatiche a foglio singolo del settore. Queste ultime soluzioni mirano a soddisfare specifiche richieste di mercato e ad aiutare i nostri clienti a massimizzare il lavoro. Tali soluzioni godono del supporto di un servizio di assistenza tra i migliori al mondo, a cui si affianca un’esperienza di oltre mezzo secolo nella produzione”, dichiara Moreno Tartaglini, Vice President Central & Southern Europe di InfoPrint Solutions.

Related Posts
La nuova Legge UE per l'intelligenza artificiale
Leggi di più

La nuova Legge Europea per l’intelligenza artificiale

L'Europarlamento ha approvato una legge rivoluzionaria sull'intelligenza artificiale (IA), stabilendo nuovi standard normativi che vietano specifiche applicazioni di IA. Questo include il divieto di sistemi di categorizzazione biometrica e l'acquisizione massiva di immagini facciali dal web o da videocamere di sicurezza per creare database destinati al riconoscimento facciale. Inoltre, la legislazione proibisce l'uso di tecnologie per l'analisi delle emozioni nei luoghi di lavoro e nelle istituzioni scolastiche, nonché l'implementazione di sistemi di valutazione sociale e metodi di polizia predittiva.