Addio ad Alfredo Castelli - Martin Mystére

Si è spento Alfredo Castelli, padre di Martin Mystére

Il mondo del fumetto italiano ha perso una delle sue figure più emblematiche, Alfredo Castelli, noto per aver dato vita al personaggio di Martin Mystère, il “detective dell’impossibile”. Nato a Milano il 26 giugno del 1947, Castelli ha lasciato un’impronta indelebile nel panorama culturale come fumettista, scrittore e giornalista, collaborando a lungo con la casa editrice Bonelli, celebre per pubblicazioni come Tex e Dylan Dog.

Martin Mystère, creazione di Castelli, si è distinto per essere un crogiolo di scienza, archeologia, letteratura, magia e tutto ciò che è considerato “impossibile”, riflettendo l’eclettismo e la profondità culturale del suo creatore. Castelli è stato paragonato a un Umberto Eco del fumetto, per la sua capacità di tessere intricati giochi di prestigio narrativi, arricchendo ogni storia con un sapere vasto e variegato.

L’avventura di Castelli nel mondo dei fumetti iniziò presto, a soli 18 anni e fondando nel 1966 Comics Club 104, la prima fanzine italiana dedicata ai fumetti. La sua carriera lo vide poi impegnato in vari ambiti, dalla televisione con serie per Carosello, a collaborazioni con diverse case editrici come Universo, Alpe e Mondadori, fino al progetto Allan Quatermain per Supergulp, che segnò il prototipo di quello che sarebbe diventato Martin Mystère.

La magia di Mystère sta nel suo equilibrio tra antico e moderno, un connubio che ha sedotto i lettori per decenni. L’antichità degli oggetti da scoprire e la modernità delle tecniche investigative, l’assistente Java, uomo di Neandertal, accanto al moderno Martin, la dinamica tra i personaggi, il matrimonio della coppia protagonista, e l’evoluzione di Martin Mystère in un personaggio dei media che invecchia insieme al suo pubblico, sono tutti elementi che hanno contribuito al fascino del personaggio.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

La scomparsa di Alfredo Castelli segna la fine di un’era per il fumetto italiano, ma l’eredità di Martin Mystère e il ricordo del suo creatore continueranno a vivere nelle pagine dei suoi fumetti, testimoniando la passione, l’ingegno e la creatività di un vero maestro del genere.

Related Posts
Leggi di più

Il perché di una nuova newsletter

Si chiamava e l'ho voluta chiamare ancora "La Settimana Grafica", questa newsletter ha origini come estensione del nostro sito e nel corso di diverse decadi ha costantemente condiviso gli articoli pubblicati da noi.