L’Istituto italiano imballaggio premiato per lo sviluppo sostenibile

Premio Generazioni Future

Questa settimana presso la Società Umanitaria a Milano, nell’ambito del Salone della sicurezza alimentare si è celebrata la Giornata mondiale dell’Alimentazione 2017, con 3 convegni a cui hanno preso parte 36 relatori e stakholders della filiera alimentare: dagli agricoltori rappresentati da Cia, Coldiretti e Confagricoltura ai ricercatori del CNR, dagli universitari di veterinaria e scienze dell’alimentazione ai tecnologi alimentari, passando dalla rappresentanza confindustriale delle imprese che producono agro farmaci o packaging, settore rappresentato dall’Istituto Italiano Imballaggio, fino al cluster di alta tecnologia agrofood.

Al termine della mattinata sono stati assegnati 3 premi, rispettivamente alla Fondazione Banco Alimentare, ad Agrofarma e all’Istituto Italiano Imballaggio, per lo studio “Il packaging allunga la vita“, analisi che mette in correlazione il ruolo positivo dell’imballaggio, nella prevenzione dalle perdite e dallo spreco di cibo. Ha ritirato il premio il Presidente Antonio Feola, promotore in prima persona dello studio, condotto con la collaborazione di un pool di aziende appartenenti alla compagine associativa, tra cui Barilla, Bauli, Coop, Granarolo, Inalca, Mondelez, e per la supply chain Goglio, Sacchital e Sealed Air.

La motivazione al premio conferito all’Istituto Italiano Imballaggio e consegnato dall’On Maria Chiara Gadda: “per aver contribuito con la condivisione di studi e ricerche, alla diffusione della cultura della sostenibilità alimentare, ponendo l’attenzione su come il packaging possa ridurre le perdite di alimenti, sia che esse avvengano nelle fasi di produzione e distribuzione, prima dell’acquisto, sia nelle nostre case”.

La Settimana Grafica

Iscriviti alla Settimana Grafica

Rimani aggiornato su tutto quello che accade nelle Arti Grafiche e nella comunicazione, iscriviti ora alla nostra newsletter settimanale.


ai sensi dell'art. 13 Reg. UE 2016/679 e acconsento al trattamento dei dati personali