Le vie dell’Impero Romano come mappe della metropolitana Ancora oggi transitiamo su molte di quelle che furono le vie romane e le vie consolari dell’Impero Romano

Le mappe delle Strade impero romano

Ancora oggi transitiamo su molte di quelle che furono le vie romane e le vie consolari dell’Impero Romano. Scienziato dei dati, cartografo e designer, Sasha Trubetskoy è uno Statunitense della Virginia ed un nerd fissato con la geografia ed i dati; nel tempo libero dal 2017 ha ben pensato di ricostruire il sistema viario Romano creando una serie di mappe guidate da un’idea non convenzionale: e se rappresentassimo la famosa rete stradale dell’antica Roma nello stile di una moderna mappa dei trasporti? Come mappe della metropolitana.

Strade Romane

Finora Sasha ha realizzato cinque diagrammi che è possibile scaricare ad alta risoluzione. L’obiettivo finale è quello di farne un libro.

Gli antichi romani costruirono lunghe strade per collegare le più lontane province con la capitale dell’impero. Realizzate il più possibile rettilinee per minimizzare le distanze, queste infrastrutture erano essenziali per la crescita dell’impero, in quanto consentivano di muovere rapidamente l’esercito, ma oltre che per scopi militari esse erano utilizzate anche per scopi politici, amministrativi e commerciali.

La viabilità romana costituì il più efficiente e duraturo sistema stradale dell’antichità, che consentì di portare la civiltà romana in contatto con le popolazioni più diverse dell’allora mondo conosciuto.

Nessun altro popolo in quell’epoca storica seppe eguagliare la loro capacità di scelta dei tracciati, le tecniche di costruzione e l’organizzazione di assistenza ai viaggiatori.