Le novità dell'editoria digitale dal TOC di Bologna

Le ultime novità nell’editoria digitale per ragazzi sono state al centro del “TOC Bologna 2013”, la grande conferenza internazionale che si è svolta ieri 24 marzo presso il Palazzo dei Congressi di Bologna. Giunta alla terza edizione, quest’anno ha affrontato il tema: “Play, learn, grow. Publishing for the Next Generation”, ed ha visto la presenza dei massimi esperti mondiali nel settore dell’editoria elettronica, che si sono confrontarsi sulle ultime novità e sui nuovi trend in questo settore.
L’evento si è svolto alla vigilia della 50ª edizione della Fiera del Libro per Ragazzi (Bologna, 25-28 marzo), che da oggi attende oltre 500 operatori (sviluppatori di app, editori, disegnatori, produttori, artisti, autori, ecc.) provenienti da ben 40 Paesi di tutto il mondo.

Le varie sessioni del “TOC Bologna 2013” (Tools of Change for Publishing) hanno affrontato diversi argomenti di grande attualità, tra cui il mercato globale dei contenuti per l’infanzia e la pre-adolescenza (app, e-book, game, ecc.), le attività di licensing e di gestione delle property, le nuove opportunità di lavoro con i contenuti digitali. Sono stati anche esaminati gli importanti cambiamenti che l’editoria sta affrontando in questi ultimi tempi, offrendo soluzioni e case history per sfruttare al meglio le trasformazioni in quasi tutti i settori (editoriale, design, produzione, marketing, pubblicità, rapporti con gli autori, contratti, copyright, ecc.).
“Il digitale rappresenta un’enorme opportunità per gli editori per espandere la loro capacità di raggiungere il pubblico e per aumentare il loro giro d’affari”, ha dichiarato Kat Meyer, copresidente del TOC Bologna 2013 e responsabile del programma dell’evento. “Questa conferenza internazionale aiuterà gli editori e gli altri operatori interessati ai contenuti per ragazzi a comprendere i cambiamenti radicali, ad avere una visione critica e a camminare verso strategie e connessioni, per trarre vantaggi dalle trasformazioni in corso in questo settore”.
“Siamo sicuri che editori ed operatori di tutto il mondo hanno trovato a Bologna la migliore occasione per fare il punto sulle ultime novità internazionali dell’editoria per i ragazzi e per stabilire nuove partnership e iniziative commerciali”, ha spiegato Roberta Chinni, project manager di BolognaFiere. “Nel 2011 e nel 2012, le prime due edizioni del TOC Bologna sono state coronate da un grande successo. E confidiamo che, quest’anno, i risultati possano essere ancora maggiori”.

La Settimana Grafica

Iscriviti alla Settimana Grafica

Rimani aggiornato su tutto quello che accade nelle Arti Grafiche e nella comunicazione, iscriviti ora alla nostra newsletter settimanale.


ai sensi dell'art. 13 Reg. UE 2016/679 e acconsento al trattamento dei dati personali

Rispondi