L'AIAP ufficializza la propria posizione in merito ai concorsi indetti dalla PA

L’assemblea nazionale Aiap ha approvato il documento definitivo da presentare alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati, sull’organizzazione dei concorsi di comunicazione visiva da parte delle pubbliche amministrazioni.

L’assemblea nazionale Aiap ha approvato il documento definitivo da presentare alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati, sull’organizzazione dei concorsi di comunicazione visiva da parte delle pubbliche amministrazioni.

L’associazione ritiene ovviamente il design un elemento strategico dello sviluppo e si prefigge che esso mantenga il livello d’eccellenza che ne ha fatto una delle voci più importanti dell’economia nazionale e la fonte di giustificato orgoglio.

Ritenendo che i risultati di un concorso siano direttamente proporzionali alla qualità del bando proposto, alla trasparenza delle norme, alla congruità dei premi, alla composizione della giuria.

Per questo l’AIAP si auspica che le indicazioni sulle corrette modalità di indire un concorso di design redatte da un organismo internazionale quale Icograda, possano diventare il punto di riferimento anche nella pubblica amministrazione italiana.
I suggerimenti posti poggiano su punti cardine quali: l’obbligo dell’anonimato per i partecipanti, tempi di realizzazione adeguati, trasparenza nelle valutazioni, definizione precisa dei temi e dei materiali richiesti, giurie comprendenti esperti di comunicazione e/o progettazione grafica e la congruità dei premi in palio.

L’associazione ricorda inoltre che è disponibile fin d’ora a collaborare con gli organismi competenti per contribuire alla stesura di documenti di indirizzo in merito ai concorsi.
Sperando che “non facciano”:https://www.draft.it/cms/Contenuti/tanto-critici-quanto-ipocriti come con l’Informagiovani di Milano, però.

Related Posts