La nuova banconota da 20 Euro

La nuova banconota da €20, terzo taglio della serie “Europa”, segna un importante avanzamento nel campo della tecnologia delle banconote poiché introduce un’ulteriore e innovativa caratteristica di sicurezza: la finestra con ritratto integrata nell’ologramma. Guardando la banconota in controluce, la finestra rivela in trasparenza, su entrambi i lati del biglietto, il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui il nostro continente prende il nome. Il ritratto appare anche nella filigrana.

Come la prima serie, emessa nel 2002, la seconda serie di banconote in euro mostra stili architettonici di diversi periodi, nonché immagini di ponti e una carta geografica dell’Europa a indicare come la moneta unisca i popoli dell’area dell’euro. La finestra integrata nell’ologramma del nuovo biglietto apporta una fondamentale innovazione al settore della tecnologia delle banconote, traguardo che, come nel caso del numero verde smeraldo, ha richiesto anni di intensa attività di ricerca e sviluppo. Al momento sono in circolazione circa 17 miliardi di biglietti in euro, per un valore nominale complessivo che si aggira intorno a 1.000 miliardi di euro. L’introduzione della serie “Europa” mira a preservare la fiducia del pubblico nei confronti delle banconote in euro, migliorandone ulteriormente la sicurezza e la resistenza.

20euro

CARATTERISTICHE – Il nuovo biglietto da 20 Euro, come quelli da 5 e da 10, include un numero verde smeraldo. Tutte queste innovazioni rendono ancora più difficile la falsificazione delle banconote in euro della seconda serie, rafforzando la fiducia nella nostra moneta. Le nuove banconote in euro presentano gli stessi disegni della prima serie, ispirati al tema “Epoche e stili”, e gli stessi colori dominanti; tuttavia l’integrazione di caratteristiche di sicurezza più avanzate ha comportato lievi modifiche. La nuova serie risulta quindi facilmente distinguibile dalla prima. L’incarico di rinnovare la veste grafica dei biglietti è stato affidato a Reinhold Gerstetter, bozzettista indipendente che opera a Berlino. Nella progettazione delle nuove banconote si è tenuto conto del fatto che dal 2002 altri paesi sono entrati a far parte dell’Unione europea. Ora, ad esempio, la cartina dell’Europa mostra anche Malta e Cipro, la scritta “EURO” compare in caratteri cirillici, oltre che latini e greci, e l’acronimo della BCE è riportato in nove varianti linguistiche, anziché cinque.

L’Eurosistema, formato dalla Banca centrale europea (BCE) e dalle banche centrali nazionali (BCN) dei Paesi dell’area dell’euro, ha il dovere di salvaguardare l’integrità delle banconote in euro perfezionando regolarmente le loro caratteristiche di sicurezza, in modo da rendere più difficile la falsificazione.

Il nuovo biglietto da €20, come i tagli da €5 e da €10 della serie “Europa”, è stampato su carta di cotone per offrire la tradizionale consistenza al tatto della moneta cartacea, che i cittadini mostrano di preferire. In futuro l’Eurosistema procederà alla graduale sostituzione della prima serie delle banconote in euro.

Il nuovo biglietto da €5 è stato emesso il 2 maggio 2013, seguito dal taglio da €10 il 23 settembre 2014; la nuova banconota da €20, presentata presso la sede della BCE il 24 febbraio scorso, entrerà in circolazione in tutta l’area dell’euro il 25 novembre.

Related Posts