La gestione separata dell'INPS e gli aumenti previsti: freelance sul piede di guerra

Quanto il Governo si può aspettare di ricavare dall’aumento di 2 punti percentuali della gestione separata nel 2015?

«La fuga dalla Gestione Separata INPS è iniziata da tempo: lo capiamo vedendo l’andamento della cassa dei commercianti. Le attività chiudono, ma le iscrizioni crescono. Come mai? Ce lo confermano anche i nostri iscritti: se hanno attività che lo consentono – e sono la gran parte – chiudono la partita IVA e aprono una posizione come attività commerciale individuale: da freelance ci trasformiamo in commercianti in conoscenza! O in artigiani della conoscenza».
Con queste parole si apre il comunicato stampa rilasciato da “ACTA”:http://www.actainrete.it/2014/12/i-conti-gs-inps-senza-l-oste/, la principale associazione di rappresentanza dei freelance, per criticare le iniziative intraprese dal governo; nello specifico *l’aumento di 2 punti percentuali della gestione separata nel 2015*.

La politica per il lavoro autonomo: alla faccia dell’equità contributiva.

L’associazione riprende le intenzioni del Commissario straordinario dell’INPS, Tiziano Treu, sul voler raggiungere un’equiparazione contributiva; lo stesso Treu ribadì l’esigenza di uniformare le aliquote sostenendo che la gestione separata andrebbe eliminata.
Ma nei fatti il divario contributivo attuale (23% per commercianti e artigiani e 27,72% per gli iscritti alla Gestione Separata INPS: i freelance) non sarà ridotto ma addirittura ampliato. Alla faccia dell’equità.

Di fronte a questa situazione il presidente del consiglio Matteo Renzi ha lanciato nelle sue slide: 800 milioni per le partite IVA. Che in sostanza peggiora la posizione dei freelance, su due fronti: fiscale con il nuovo regime dei minimi e contributivo con l’aumento al 33%. Questo significherà un divario di oltre 9 punti fra commercianti e Gestione Separata.

Professionisti iscritti alla gestione separata (esclusi pensionati e professionisti che hanno anche altre gestioni previdenziali)

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

I conti economici che ha fatto Renzi sono però errati: oggi la differenza di 4 punti tiene legati alla gestione separata INPS molti freelance, ma domani con 9 punti la fuga diventerà questione di sopravvivenza. «E questo succederà, ve lo assicuriamo, se il Senato non bloccherà l’aumento. Per i conti economici è illusorio contare su un aumento degli introiti di 60 milioni, potrebbe addirittura esserci una diminuzione. Per quelli politici… si vedrà a primavera» ha concluso ACTA.

La richiesta è una: #siamorotti – si chiede al Senato di bloccare l’aumento al 33%

Cover di “Ekaterina Pokrovsky”:http://www.shutterstock.com/gallery-118180p1.html su Shutterstock

Related Posts
Grafico Freelance
Leggi di più

Massimizza le tue vendite come grafico freelance

Scopri come massimizzare le tue vendite come grafico freelance. Con quattro passi fondamentali, impara a identificare il tuo pubblico di riferimento, comunicare il valore del tuo lavoro, costruire una presenza online solida e sviluppare relazioni di fiducia. Ottieni nuovi clienti in modo efficace e fai crescere il tuo business come professionista della grafica.