La crescita Europea di Epson: investimenti per 50 Mln

Rafforzando l’impegno in Europa e l’importanza dell’area nel passaggio strategico dal mercato consumer al business, Rob Clark, Senior Vice President di Epson Europe, ha dichiarato che il nuovo investimento del gruppo nel continente Europeo – programmato nei prossimi due anni per un importo pari a 50 milioni di euro, si concentrerà sulle infrastrutture, sull’infrastruttura ICT e sul marketing, e che la società aumenterà gli addetti del 10%.

“Gli investimenti in aree chiave come Europa, Medio Oriente e Africa continueranno ad essere necessari per consentire alla società di sostenere la crescita di medio-lungo termine nei mercati business” ha spiegato Clark. “In questo ciclo di investimenti porremo particolare attenzione sul miglioramento della nostra competitività in Germania, Portogallo, Spagna e Regno Unito, con l’apertura di nuovi uffici a Berlino, Monaco, Lisbona e Madrid.” Al centro della manovra di crescita vi sono le stampanti inkjet per l’ufficio delle linee WorkForce Pro e WorkForce Pro RIPS (Replaceable Ink Pack System), introdotte in Europa nel 2014.  Secondo una ricerca dello scorso anno condotta da IDC, il mercato europeo della stampa inkjet in ufficio vale 38 miliardi e 1 stampante su 4 (pari a 2,2 milioni di unità) venduta nel 2014 in ambienti d’ufficio è basata sulla tecnologia a getto d’inchiostro.

Secondo Clark, in Europa l’utilizzo di stampanti inkjet di nuova generazione ad alta velocità ed efficienza energetica è destinato ad aumentare nei prossimi cinque-dieci anni, in particolare nelle grandi aziende e in settori come retail, sanità, istruzione e pubblica amministrazione. “La stampa inkjet da ufficio – spiega Clark – è la grande opportunità di crescita per Epson in Europa. Continueremo a lavorare in questa direzione e il nuovo investimento ci aiuterà ad essere sempre più vicini ai nostri clienti e a rafforzare le relazioni con i partner di canale.”