La campagna di Metro Brescia racconta come cambia la città

La nuova campagna pubblicitaria, diffusa in questi giorni a mezzo affissioni, stampa, radio, tv e web, ha l’intento di comunicare le nuove opportunità che offrirà la metropolitana per la città di Brescia, ormai prossima all’inaugurazione.

Borgo Creativo, che con la collaborazione di Raineri Design, Cassani e Ed Works seguono le attività di comunicazione per “Metropolitana di Brescia”:http://www.bresciamobilita.it/category/percorso-utenti/metrobs/, ha firmato la campagna di lancio per la nuova Metro della Leonessa d’Italia, ormai prossima all’inaugurazione. Negli scatti, realizzati da Stylaz, vengono raccontate storie di vita quotidiana: i personaggi non sono modelli professionisti, ma famiglie, coppie, ragazzi, lavoratori e studenti che realmente vivono la città e sono ritratti mentre si confrontano con le nuove possibilità offerte dalla metropolitana.

La campagna “Dove vai? Dove vuoi”, diffusa attraverso i principali media (affissioni, stampa, web, tv e radio), “giunge dopo il filmato cartoon”:https://www.draft.it/cms/Contenuti/un-cartoon-in-3d-per-la-metropolitana-di-brescia realizzato per i bambini della città e svela tutti i vantaggi della nuova metropolitana di Brescia: muoversi liberamente anche se diversamente abili, spostarsi in tutta sicurezza anche per chi non ha più l’età per guidare, scoprire la città da nuovi punti di vista.
La headline, semplice e diretta, esprime perfettamente lo spirito e i valori della metropolitana: la libertà di spostarsi in città, la velocità e l’utilità sociale. Ogni declinazione della campagna è completata da una subhead che racconta le esigenze di chi vive, lavora e visita la città. Il linguaggio usato è quello della vita di tutti giorni.

L’intento della campagna è comunicare ai cittadini l’imminente arrivo del nuovo mezzo di trasporto e sottolineare l’importanza che questo avvenimento avrà sul tessuto cittadino. “Dove vai? Dove vuoi” comunica l’idea di una città viva, in movimento, in cui è possibile realizzarsi e crescere.

Related Posts