L'IVA sugli e-book sarà al 4%

La campagna “un libro è un libro” per ora sembra aver smosso qualcosa nei parlamentari italiani, tanto che la tassazione sui libri digitali dovrebbe scendere dal 22% al 4%.
La riduzione è frutto di un emendamento presentato dal ministro Franceschini alla commissione bilancio che stava discutendo la Legge di stabilità.
Un emendamento accolto con favore da tutte le forze politiche, ed è bastata l’aggiunta di nemmeno due righe ad una Legge per far scendere la tassazione dei libri elettronici: “sono da considerarsi libri tutte le pubblicazioni identificate da codice ISBN e veicolate attraverso qualsiasi supporto fisico o tramite mezzi di comunicazione elettronica”.

1 commento

  1. Un’altra bella picconata al settore arti grafiche. Così oltre ad incassare meno IVA avranno anche più ore di cassa integrazione e mobilità da pagare ….. Un è un libro se è di carta (cfr. Treccani)

Rispondi