Da Fedrigoni e Fabriano due progetti social dedicati alla community della carta

Promuovere la cultura della carta, della grafica e del design, alimentare una discussione di qualità all’interno della business community, ispirare, fornire soluzioni, mettere in contatto le persone e le idee, creare network virtuosi. Due i progetti che Fedrigoni e Fondazione Fedrigoni Fabriano hanno costruito in questi mesi di confinamento per continuare a parlare con la comunità della carta, per condividere contenuti e spunti di riflessione.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

Il primo è “Packaging Power” e consiste in 5 interviste con altrettanti “guru” del settore per affrontare i temi più caldi del momento, spesso declinati in base alle correzioni di rotta che l’emergenza Coronavirus ha imposto.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

I contributi andranno on air sui canali social dell’azienda ogni lunedì, fino a metà luglio. Ieri mattina è stato pubblicato postato il quarto contributo video, dedicato a Roger Botti, Direttore Generale e Direttore Creativo di Robilant, che ha affontato diverse tematiche relative al brand e all’immagine di marca. Lunedì 13 sarà la volta di Ivan Bell, CEO e Managing Director di Stranger & Stranger, tra i più noti esperti del mondo delle etichette per wine&spirits.

Sono invece già disponibili le interviste a Juan Mantilla, Head of Creative di Kiko Milano, creativo e grande sostenitore del packaging ecosostenibile per la cosmesi; a Karin Zaghi, Docente di Channel and Retail alla SDA Bocconi School of Management, che analizza la comunicazione nel punto vendita durante e dopo il confinamento; a Salvatore Santaniello e Nicolò Quarteroni, rispettivamente Graphic Designer e Direttore Generale dell’Agriturismo Ferdy, che raccontano come è cambiata in questi mesi la loro attenzione al cliente.

Tesori nascosti della Fondazione Fedrigoni Fabriano

Di tutt’altro tenore il secondo progetto, che si propone di valorizzare e fare conoscere l’immenso patrimonio storico, culturale ed artistico di cui dispone la Fondazione Fedrigoni Fabriano, contenuto nell’Archivio delle Cartiere Miliani Fabriano, nel vicino Deposito dei beni Storici Cartai, sempre a Fabriano, e nell’Archivio storico Fedrigoni a Verona.

Si intitola infatti “Tesori nascosti della Fondazione Fedrigoni Fabriano”, che ha ideato e gestito l’iniziativa, e si struttura in una serie di mini-interviste di tre minuti in cui docenti, storici ed esperti della carta saranno chiamati a raccontare e commentare alcune “perle dall’archivio”, reperti e testimonianze di grande pregio.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Si comincia con “Campionari d’autore”, tre brevi conversazioni con Marta Sironi, storica della grafica, che dalla fine di luglio verranno dapprima postate sulla pagina Facebook e sul sito web della Fondazione Fedrigoni Fabriano e successivamente rilanciate sulle pagine di Fabriano Carta e Fedrigoni Papers. La prima, “Raffaello Bertieri e la tradizione del ‘bel libro’”, è appunto dedicata al celebre designer, editore e stampatore d’arte milanese dei primi decenni del ‘900, di cui la Fondazione conserva alcuni bellissimi campionari. Divenuto famoso per avere pubblicato volumi di D’Annunzio e Bodoni, Bertieri è stato anche direttore e proprietario della rivista Il Risorgimento Grafico.

Seguiranno due appuntamenti dedicati entrambi a un altro celebre tipografo e stampatore del secolo scorso, Nicola D’Arcangelo, pescarese e futurista, conosciuto soprattutto per i calendari da muro diventati negli anni Trenta un appuntamento annuale atteso da critica e pubblico. Sono diversi i lavori di D’Arcangelo custoditi dalla Fondazione e su di essi si concentreranno i mini-video dal titolo “I pezzi unici di Nicola D’Arcangelo” e “1969: lo standard di Nicola D’Arcangelo”.

Related Posts