Interior Design in carcere, succede a Modena

Alle volte però accade di essere coinvolti in progetti che oltre all’aspetto estetico prendono in considerazione anche un *aspetto sociale* che diventa primario. È quanto è successo, presso la *Casa Circondariale di Modena*.

L’Interior decoration ha molte declinazioni. Si possono ricevere commesse per realizzare, ad esempio, progetti per il rinnovo di un punto vendita, di un ristorante, di un hotel oppure di abitazioni private. Lo sanno bene in MACtac, che ha dato vita al MACtac Concept che riunisce i migliori Converter presenti sul mercato italiano con l’obiettivo di diffondere l’utilizzo di prodotti autoadesivi.
Alle volte però accade di essere coinvolti in progetti che oltre all’aspetto estetico prendono in considerazione anche un *aspetto sociale* che diventa primario. È quanto è successo, presso la *Casa Circondariale di Modena* dove l’obiettivo è stato quello di riqualificare la zona colloquio tra genitori detenuti e i propri figli.

In poche settimane, le pareti sono state trasformate accogliendo alcuni animali dello zoo, immagini di farfalle in volo, un sole che ride e alcuni quadri, grazie all’intervento grafico di un’agenzia creativa della città che ha dato vita ad un ambiente colorato e fantasioso. La realizzazione degli adesivi è stata affidata all’azienda Logo Pubblicità che si è occupata della stampa tramite una Seiko a solvente e dell’applicazione in loco.

Per questo lavoro, è stato utilizzato il tessuto autoadesivo *Deco-Satin* consigliato dall’azienda Polimark di Sona (VR), della gamma DecoArt. Questo prodotto è ideale per il rivestimento delle pareti piane e lisce; facilmente riposizionabile, è stampabile con tecnologia inkjet wide format che consente la creazione di infiniti design personalizzati.
Per il rivestimento di pareti indoor, MACtac consiglia anche la carta da parati con texture vinilica DecoMural, una carta da parati testurizzata in vinile con un retro in “tessuto non tessuto” da 300 gr/mq.

Related Posts