Incrociatore Stellare LEGO e il nuovo set Imperial Destroyer

Uscito da pochissimi giorni dalla fabbrica di mattoncini LEGO, il nuovo incrociatore stellare Lego o Imperial Star Destroyer fa parte di una collezione LEGO da 8 set ispirati alla galassia di Star Wars e basati sul prossimo film Star Wars: The Rise of Skywalker e i classici personaggi e le scene dei primi otto capitoli della saga di Skywalker.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

Con una lunghezza di oltre un metro, un’altezza di 44 cm e una larghezza di 56 cm. il solo incrociatore Stellare è composto da 4784 pezzi e il nuovo set fa parte della LEGO Ultimate Collectors, la collezione che nel 2017 rilasciò il Millennium Falcon da 7500 pezzi.

incrociatore stellare lego

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Della serie già disponibile fanno parte: A-Wing Starfighter, Pasaana Speeder Chase, Resistance Y-Wing Starfighter, Kylo Ren’s Shuttle, il leggendario Millennium Falcon, l’AT-ST Raider ed il Death Star Cannon dove potrete unirvi Obi Wan Kenobi in una pericolosa missione a bordo della potente Death Star.

L’Imperial Star Destroyer comprende anche 2 nuovi personaggi raffiguranti un ufficiale e un membro dell’equipaggio.

Agli appassionati non sarà sfuggito che questo è un remake del set Lego Imperial Star Destroyer ucs 10030 uscito nel 2002. Il nuovo 75252 però è notevolmente più grande del suo predecessore e con 1688 pezzi in più. Questo set della serie Ultimate Collector include inoltre un espositore con un cartello informativo e i due personaggi predetti.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Ultimo aggiornamento 2024-03-29

Related Posts
Diabolik e il segreto di Cadorna
Leggi di più

Diabolik e il segreto di Cadorna

Nel contesto urbano di Milano, un evento particolare sta per catturare l’attenzione di appassionati di fumetti, storici della…
Marcello Gandini
Leggi di più

È morto Marcello Gandini, uno dei più famosi car designer

Marcello Gandini, l'illustre designer di automobili, ci ha lasciati all'età di 85 anni, lasciando un'eredità di innovazioni nel design automobilistico italiano. Celebrato per le sue creazioni rivoluzionarie, tra cui la Lamborghini Miura e la Ferrari GT4, il suo talento ha ridefinito l'estetica e la funzionalità nel mondo delle auto di prestigio. Il Politecnico di Torino ha riconosciuto il suo contributo eccezionale al design conferendogli la laurea honoris causa il 12 gennaio, rendendo omaggio al suo impatto duraturo e alla sua visione avanguardistica.