Logo TG3

Il Tg3 ha cambiato immagine per il suo 40°

A quartant’anni dal suo esordio, il Tg3 cambia pelle: a poche settimane dall’anniversario della prima edizione – il 15 dicembre del 1979 – la Testata guidata da Giuseppina Paterniti, rinnova logo, sigla e immagine, tornando al verde, il colore delle origini e di Rai3.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

Dall’edizione delle 19 di ieri sera, il telegiornale è stato annunciato da una sigla che recupera il globo, “nel ricordo dell’indimenticabile testina rotante, ma intessuto di una serie di punti e linee a richiamare il network delle autostrade dell’informazione che collegano ogni punto del pianeta”.

E il ritorno del verde segna anche una linea editoriale che vuole mettere al centro l’ambiente, il cambiamento climatico e insieme l’innovazione tecnologica, la rivoluzione digitale con i suoi effetti sulla società, l’economia, il lavoro e diritti dei lavoratori, la politica.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Temi cari soprattutto ai più giovani, i nati dopo quel 15 dicembre del 1979, con cui il Tg3 ha iniziato a dialogare attraverso una presenza più incisiva su internet e sui social media.

“Cambiare, aggiornarsi guardare al futuro nel solco dei valori della nostra democrazia fondati sulla libertà, l’antifascismo e la solidarietà”.

La sigla, il logo e l’immagine sono stati realizzati dalla Direzione “Creativa” della Rai.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO
Related Posts
sky Wimbledon Alcaraz
Leggi di più

Wimbledon da record su Sky con la vittoria di Alcaraz

La finale tra Alcaraz e Djokovic ottiene 704 mila spettatori medi con 1 milione 720 mila contatti unici e il 7,1% di share. Picco di 883 mila spettatori medi nel rush finale dell'incontro. Ottime performance anche per skysport.it e social