Font IKEA

Il nuovo font IKEA è molto confortevole

IKEA è entrata nel mondo del type design con un carattere confortevole che si chiama Soffa Sans, descritto proprio dal gigante svedese dei mobili come il “font più confortevole di sempre”.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

Il carattere tipografico è stato ispirato dai clienti che hanno giocato con lo strumento di personalizzazione dei divani disponibile sul sito per la linea Vallentuna, infatti le lettere del Soffa Sans sono composte da divani disposti con cura, utilizzando efficacemente i mobili come pixel per comporre il carattere.

Questo strumento originariamente voleva dare ai clienti la possibilità di creare la disposizione ideale dei loro divani, ma non ci è voluto molto tempo prima che la gente iniziasse ad usarlo in modo decisamente creativo.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

IKEA ha quindi lavorato con l’agenzia Proximity London per creare e lanciare una famiglia di font completamente realizzata e costruita intorno a Vallentuna.

Il font è disponibile per il download gratuito in “una vasta gamma di colori e dimensioni” dal sito IKEA.

Ricordiamo inoltre con affetto che nel 2019 ricorre il decennale dall’abbandono del Futura e del Century Schoolbook in favore del Verdana. Sigh!

Font IKEA

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO
Related Posts
Unione di caratteri
Leggi di più

Unione di caratteri

Si chiama "Unione di caratteri" il progetto, senza fini di lucro, che ha come obiettivo dare una seconda vita ai caratteri mobili, ossia la tecnica di stampa basata sull'uso di elementi mobili per riprodurre testi su un supporto di carta.
Il dilemma dell'intelligenza artificiale nella tipografia
Leggi di più

Il dilemma dell’intelligenza artificiale nella tipografia

L'intelligenza artificiale promette un grande sconvolgimento nel campo della tipografia e i designer si trovano a dover affrontare sia le opportunità che le sfide. Quale sarà l'impatto sulla qualità, sui ruoli del design e sull'uso dei caratteri tipografici in futuro? Esplorando questa nuova frontiera, ci rendiamo conto che ci troviamo in un momento importante quanto la stampa di Gutenberg, destinato a ridefinire il modo in cui interagiamo con il testo e la comunicazione visiva.