I giovani e la fiducia nel lavoro

Gli italiani si aspettano di dover tirare ancora la cinghia di fronte alla crisi, mentre una rinnovata aria di ottimismo convince delle possibilità reali di uscirne al più presto. Queste le reazioni alla proposta di riforma del mercato del lavoro.

In questi giorni il governo Monti sta incontrando le parti sociali per definire il disegno di riforma del mercato del lavoro. I dati dell’Osservatorio Economia è Società di “Lorien Consulting”:http://www.lorienconsulting.it/it/ presentano una fotografia dell’attuale situazione socio-economica del Paese e dell’opinione dei cittadini.

Sul tema del lavoro: cresce il giudizio positivo e le aspettative sulle proposte del Governo per riformare il mercato del lavoro.
Prima fra tutte le proposte ad accogliere ampi consensi è il rafforzamento dei contratti in apprendistato per aiutare i giovani e le imprese in difficoltà nelle nuove assunzioni. In secondo luogo accolgono un giudizio positivo anche la proposta di un reddito minimo di disoccupazione e la semplificazione delle forme contrattuali esistenti.

Oggi proprio i più giovani (18-25anni), coloro che per buona parte non sono ancora entrati nel mondo del lavoro, concordano sul fatto che debbano rinunciare all’idea del posto fisso. Si fa strada una nuova idea di vita flessibile fra i più giovani o è pura disillusione? Probabilmente la seconda ipotesi vista la durezza di giudizio da parte dei loro “fratelli maggiori” (la fascia 25-34) che vivono maggiormente l’esperienza della precarietà. La pensano diversamente gli over 55.

Il mondo del lavoro vive un periodo di difficoltà: negli ultimi due mesi la quota di chi si dichiara disoccupato è salita di ben due punti e mezzo, un incremento rapido e indicativo dell’attuale situazione.
Infatti i lavoratori italiani giudicano la propria *situazione lavorativa meno stabile* di due mesi fa (-20%) e vivono sul proprio posto di lavoro l’esperienza di tagli al personale (raggiunge il minimo del -34% la differenza tra i luoghi in cui si assume nuovo personale e quelli in cui si assiste a riduzioni).

Sul fronte economico in generale si sentono gli effetti positivi del governo Monti: un’intensa iniezione di fiducia (l’indice di fiducia riporta un aumento di 20 punti % negli ultimi 2 mesi) a fronte delle difficoltà in cui versa il Paese. Il giudizio positivo sulla situazione economica dell’Italia, infatti, è quasi quadruplicato nel periodo in esame, nonostante la forte riduzione dei risparmi e il calo nei consumi giornalieri.

In conclusione gli italiani si aspettano di dover tirare ancora la cinghia di fronte alla crisi, mentre una rinnovata aria di ottimismo convince delle possibilità reali di uscirne al più presto.


Offerta
2022 Apple PC Portatile MacBook Pro con chip M2: display Retina 13", 8GB di RAM, 256GB ​​di archiviazione ​​​​​SSD ​​​​​​​Touch Bar, tastiera retroilluminata; color​​​​​​​ Grigio siderale
  • CON I SUPERPOTERI DI M2 - MacBook Pro 13" è una potenza portatile. Con la nuovissima CPU 8-core, una GPU 10-core e fino a 24GB di memoria unificata, puoi fare di più a tutta velocità.
  • FINO A 20 ORE DI BATTERIA - Grazie alle prestazioni efficienti del chip Apple M2, MacBook Pro ti sta dietro giorno e notte.
  • PRONTO AI LAVORI PIÙ IMPEGNATIVI - Grazie al sistema di raffreddamento attivo, MacBook Pro 13" può sostenere livelli di performance professionali senza fare una piega. Così tu puoi spingere al massimo la CPU e la GPU per tutto il tempo che ti serve.
  • DISPLAY SPETTACOLARE - Display Retina da 13,3" con luminosità di 500 nit e ampia gamma cromatica P3, per immagini brillanti e dettagli incredibili.
  • VIDEOCAMERA HD E MICROFONI DI LIVELLO PROFESSIONALE - Videocamera FaceTime HD a 1080p e tre microfoni in array: una gioia per gli occhi e per le orecchie.

Related Posts