Graphic Days

Esplorando “A Kind of Future”: Graphic Days 2024 torna a Torino

Dal 16 al 26 maggio, Torino sarà il palcoscenico della nona edizione del festival internazionale di visual e social design Graphic Days. Il festival si terrà presso gli spazi di Flashback Habitat ed offrirà un’esperienza unica che va oltre la mera esposizione artistica, includendo un percorso espositivo, uno spazio di lavoro permanente e un ricco calendario di eventi, tra conferenze, workshop, live performance, dj set e attività per bambini. Il tema che guida quest’anno l’intero festival è “A Kind of Future“.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!
Graphic Days

Promosso a Torino dal 2016 dall’associazione Print Club Torino, l’associazione plug e l’agenzia quattrolinee, Graphic Days si propone di raccontare la storia del visual design italiano e internazionale, coinvolgendo artisti, professionisti e studi di rilievo. L’edizione 2024, intitolata “A Kind of Future”, è curata dai direttori artistici Ilaria Reposo e Fabio Guida, che sottolineano l’importanza della creatività come elemento chiave per stimolare innovazione e sperimentazione in un periodo di significative trasformazioni nel ruolo del designer nella società.

Il tema di quest’anno si presta a una doppia interpretazione. In primo luogo, rappresenta un’ipotesi di futuro che mette al centro l’utilizzo di nuovi linguaggi e la valorizzazione dei giovani talenti. La sperimentazione si estende dal creativo uso decontestualizzato di oggetti comuni fino alle tecnologie più avanzate basate sull’intelligenza artificiale e sullo sviluppo di nuovi strumenti. I direttori artistici sottolineano l’obiettivo di superare l’idea che l’innovazione sia prerogativa esclusiva del progresso tecnologico, evidenziando come la creatività possa emergere anche da strumenti analogici.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

La seconda chiave di lettura di “A Kind of Future” enfatizza un futuro improntato alla gentilezza, con un focus sull’attenzione alle persone e al pianeta come obiettivo primario della progettazione. Questo filone si manifesta anche attraverso iniziative di social design che coinvolgono le comunità locali, promuovendo un approccio sostenibile e centrato sul benessere collettivo.

Il cuore del festival si svilupperà all’interno di Flashback Habitat, uno spazio espositivo immerso nel verde. Il programma include un percorso espositivo che abbraccia forme innovative e sperimentali, uno spazio di lavoro permanente curato da Print Club Torino, e un ricco calendario di eventi, tra cui workshop, talk, performance, una mostra mercato e attività dedicate alle scuole e alle famiglie.

Graphic Days

Il coinvolgimento della città è evidenziato da “In the city”, un calendario di iniziative che porta la creatività del festival in luoghi generalmente non accessibili al pubblico, esplorando l’ecletticità della scena creativa torinese. Un’attenzione particolare è rivolta ai giovani designer attraverso la call Neologia, offrendo uno spazio vitale per presentare i talenti emergenti nel campo del visual design. La categoria Intelligenza Artificiale è stata introdotta per la prima volta, ampliando le possibilità di espressione artistica.

Il festival 2024 segna anche una significativa partnership con la Biennale Internazionale di Grafica di Milano, consolidando uno scambio di contenuti e collaborazioni culturali. La mostra Signs del 2024 sarà divisa tra le due manifestazioni, evidenziando il carattere internazionale e sinergico del Graphic DaysⓇ.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO
Graphic Days

Con il programma completo presto disponibile online su www.graphicdays.it/2024, ci aspettiamo un’esperienza avvincente e innovativa, un’immersione nell’affascinante mondo del visual e social design alla ricerca di “A Kind of Future”.

Related Posts