È arrivato il nuovo iMac e anche il piccolo iPad

Mentre l’iPad arriva alla quarta generazione introducendo un nuovo processore ed Apple presenta un tablet senza “retina display”, il nuovo iPad Mini costa caro: 329,00 euro per il base da 16 GB. Essenzialmente si tratta di un iPad 2 ridotto di formato: stesso processore, l’A5, due generazioni più vecchio e lento di quello che hanno montato nei nuovi iPad (A6X). Apple punta alla propria leadership di mercato piuttosto che sul confronto tecnico coi concorrenti dato che, almeno sulla carta, i vari Kindle Fire di Amazon così come i Nexus 7 di Google possono offrire prestazioni simili se non superiori. Apple ha però dalla sua un ecosistema di App che gli altri possono scordarsi, e più volte questo aspetto è stato ripetuto nell’evento di presentazione di ieri.

L’iPad è forte di oltre 275mila applicazioni disponibili sull’App Store, così come può vantare la versione per iPad di svariati siti Web; al confronto la navigazione e l’esperienza utente sul piccolo iPad da 7,9” è nettamente superiore, Shiller l’ha anche mostrato confrontando un Nexus con l’Ipad Mini.
Connessione Wi-Fi ed LTE, corpo in alluminio anodizzato, 7,2 mm di spessore per 300 grammi di peso, queste le caratteristiche del “piccolino” presentato da Cupertino.

Il nuovo iMac

Mentre l’annuncio del nuovo tablet era attesissimo, ci ha stupito invece la presentazione del nuovo desktop, l’iMac. Per questo i rumors ipotizzavano solo una “pompatina” hardware ed invece è arrivato un nuovo design spesso solo 5 mm.

Guarda le immagini del nuovo iMac

Interamente riprogettato, il nuovo iMac racchiude una tecnologia ad alte prestazioni in un case di alluminio e vetro, che occupa fino al 40% di volume in meno rispetto al suo predecessore, e un bordo che misura appena 5 mm di spessore.
Il nuovo iMac ha inoltre un display interamente riprogettato che riduce il riflesso del 75% pur mantenendo colori brillanti e contrasto. Nel nuovo design, il vetro di copertura è interamente laminato all’LCD, mentre un rivestimento antiriflesso viene applicato utilizzando un processo di ‘plasma deposition’ ad alta precisione. Ogni display iMac viene calibrato individualmente tramite un evoluto spettroradiometro.

Il nuovo iMac monta processori quad-core Intel Core i5 Ivy Bridge di terza generazione che si possono potenziare a Core i7. I più recenti processori grafici NVIDIA GeForce offrono prestazioni fino al 60% più veloci per i giochi più impegnativi e le app più impegnative a livello grafico.
Ogni nuovo iMac ha di serie 8GB di memoria a 1600MHz e un disco rigido da 1TB, ed è possibile configurarlo con un massimo di 32GB di memoria e un nuovo disco rigido da 3TB oppure 768GB di memoria flash per prestazioni fenomenali. Con due porte Thunderbolt e quattro USB 3.0, il nuovo iMac offre possibilità di espansione ancor più ampie e supporta le periferiche ad alte prestazioni.

Una delle principali novità è invece Fusion Drive, un’innovativa opzione di archiviazione che offre le prestazioni dello storage flash e la capacità di un disco rigido. Combina 128GB di flash con un disco rigido standard da 1TB o 3TB per creare un singolo volume di archiviazione capace di gestire intelligentemente i file ottimizzando le prestazioni in lettura e scrittura. Fusion Drive si adatta al modo in cui l’utente usa il proprio iMac e sposta in automatico i file e le app utilizzati più spesso nella memoria flash, permettendo un accesso più veloce e migliori prestazioni.

Apple ha inoltre aggiornato il Mac mini con processori dual-core Intel Core i5 e quad-core Intel Core i7 di terza generazione, fino a due volte più veloci, e grafica integrata fino al 65% più scattante. Mac mini include di serie 4GB di memoria a 1600MHz espandibili fino a 16GB. Mantenendo inalterato il suo compatto design in alluminio, il nuovo Mac mini include ora quattro porte USB 3.0 oltre alle porte Thunderbolt, HDMI, SDXC, Gigabit Ethernet e FireWire 800.

Prezzi e disponibilità

L’iMac 21,5” sarà disponibile da Novembre 2012 con processore quad-core Intel Core i5 a 2,7GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,2GHz e NVIDIA GeForce GT 640M a un prezzo di vendita di € 1.379 IVA; e con processore quad-core Intel Core i5 a 2,9GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,6GHz e NVIDIA GeForce GT 650M a €1.579. L’iMac 27” sarà invece disponibile da Dicembre 2012 con processore quad-core Intel Core i5 a 2,9GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,6GHz e NVIDIA GeForce GTX 660M a un prezzo di €1.899; e con processore quad-core Intel Core i5 a 3,2GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,6GHz e NVIDIA GeForce GTX 675M a un prezzo di di €2.079.

Il Mac mini è disponibile con processore dual-core Intel Core i5 a 2,5GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,1GHz, 4GB di memoria e disco rigido da 500GB a €649; con processore quad-core Intel Core i7 a 2,3GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,3GHz, 4GB di memoria e disco rigido da 1TB a €849; in versione server con processore quad-core Intel Core i7 a 2,3GHz con velocità Turbo Boost fino a 3,3GHz, OS X Server, 4GB di memoria e due dischi rigidi da 1TB a €1.049.

Rispondi