Evitare le fake news: l’alleanza di Adobe, New York Times e Twitter

All’Adobe MAX, l’azienda di San Jose ha annunciato la Content Authenticity Initiative, insieme a The New York Times Company e Twitter, volta a sviluppare uno standard industriale per l’attribuzione dei contenuti digitali.

Adobe, NYT e Twitter ritengono che la creazione di una soluzione a lungo termine sia una responsabilità condivisa tra i creatori, la tecnologia e le società dei media, e che unendo le forze si accelererà il progresso.

“Con la proliferazione di contenuti digitali, le persone vogliono sapere che il contenuto che stanno vedendo è autentico”, ha dichiarato Dana Rao, vicepresidente esecutivo e consigliere generale di Adobe. “Anche se questa è una sfida formidabile, siamo entusiasti di sostenere l’adozione di un sistema di attribuzione dei contenuti a livello industriale, insieme a The New York Times Company e Twitter. È fondamentale che le aziende del settore tecnologico e dei media si riuniscano ora per consentire ai consumatori di valutare e comprendere meglio i contenuti online”.

Adobe sta sviluppando un sistema opt-in che consentirà ai creatori e agli editori di allegare in modo sicuro i dati di attribuzione ai contenuti che scelgono di condividere. Il framework è stato progettato per consentire agli autori di verificare i propri contenuti in modo da ricevere un’attribuzione corretta e fornire ai consumatori un percorso di attribuzione che dia loro maggiore fiducia sull’autenticità dei contenuti che stanno consumando.

Adobe ha mostrato un prototipo della sua tecnologia di attribuzione dei contenuti incorporata in Photoshop ad Adobe MAX.

“Riconoscere le notizie affidabili su Internet è una delle maggiori sfide che i lettori  devono affrontare oggi”, ha dichiarato Marc Lavallee, responsabile della Ricerca e Sviluppo, The New York Times Company. “La lotta contro la disinformazione richiederà che l’intero ecosistema – creatori, editori e piattaforme – lavorino insieme. Questa iniziativa getta le basi per farlo attraverso standard e protocolli aperti”.

“Servire e migliorare la conversazione pubblica globale è la nostra missione principale su Twitter”, ha detto Del Harvey, vicepresidente di Global Trust and Safety, Twitter. Siamo entusiasti di lavorare con Adobe e The New York Times Company per trovare modi nuovi e innovativi per sostenere i nostri sforzi esistenti”. Tutti hanno un ruolo da svolgere nella qualità dell’informazione e nell’alfabetizzazione mediatica. La collaborazione su questioni così complesse come questa è fondamentale: accogliamo con favore la partnership”.

Adobe, The New York Times Company e Twitter intendono dare il via all’iniziativa in occasione di un summit insieme a un gruppo più ampio di aziende tecnologiche e mediatiche nei prossimi mesi.


AmazonCommercial - Mascherine FFP2 certificate CE, filtraggio al 94% (confezione da 10)
  • Con certificazione CE da parte di un organismo notificato UE (numero 0099) che garantisce il rispetto degli standard europei di salute, sicurezza e protezione ambientale; confezionate in modo igienico per ulteriore sicurezza
  • Testate e approvate secondo gli standard FFP2 con un efficiente tasso di filtraggio superiore al 94%, intrappolano le particelle di dimensioni inferiori a 0,1 micron, inclusi i patogeni batterici
  • Design ad alta resistenza alla polvere, ideali da utilizzare a casa, al lavoro o all’esterno, proteggono da nebbia, foschia, tubi di scappamento delle auto, fumo passivo e altro
  • Realizzate con materiali di prima qualità, inclusi elastici delicati che non sfregano né irritano, possono essere facilmente appese al collo quando non si utilizzano. Create tenendo bene a mente sia la protezione che il comfort, grazie alla forma sagomata riducono la pressione sul viso
  • Il materiale morbido ed elastico intorno ai bordi delle mascherine aderisce al viso per impedire l’entrata di polvere, mentre i filtri stratificati in cotone ti permettono di respirare normalmente anche in ambienti caldi e umidi

Related Posts