Come Vite Distanti ma non solo. Il printing reagisce al Covid-19

come vite distanti

“Il mondo del printing deve reagire con ingegno e creatività”, afferma Vincenzo Cirimele, CEO di PressUP commentando l’attuale scenario del nostro Paese. E così la tech company romana, eccellenza nei servizi di stampa online, è tra le realtà italiane che dall’inizio dell’emergenza non si sono mai fermate. “Nonostante le prevedibili difficoltà legate all’annullamento di ordini già programmati e a un netto calo della domanda, in queste settimane non abbiamo mai smesso di lavorare. Da un lato sostenendo attivamente iniziative benefiche, dall’altro impegnandoci nella riconversione di parte della produzione per la realizzazione di nuovi strumenti e presidi indispensabili per la tutela della salute di chi opera a contatto con il pubblico”. Tra le diverse iniziative sostenute da PressUP, il progetto creativo “Come Vite Distanti”, ideato da ARF!, il Festival del Fumetto di Roma. “Una realtà con la quale nel corso degli ultimi anni abbiamo stretto una fattiva partnership”, racconta Cirimele, “e che ora siamo lieti di affiancare in questa iniziativa a sostegno dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani”.

L’idea coinvolge i più grandi fumettisti italiani tra cui Mirka Andolfo, Giacomo Bevilacqua, Lorenza Di Sepio, Fumettibrutti, Gipi, LRNZ, Sara Pichelli, Sio e Zerocalcare. Artisti che fino a maggio realizzeranno gratuitamente una tavola al giorno per dare vita a una storia ideata da una squadra di sceneggiatori altrettanto noti nel mondo dei comics. Ogni giorno sul sito e sui canali social di ARF! viene svelata una nuova tavola, contribuendo alla creazione di un inedito fumetto a puntate, che a fine maggio verrà pubblicato in un unico volume cartonato stampato a costo zero da PressUP.

La stampa su carta da sempre è uno dei core business del web to print romano, che realizza riviste, cataloghi e libri impiegando le migliori tecnologie offset e digitali e sistemi di finitura e nobilitazione all’avanguardia. A questo, aggiunge un’ampia scelta di supporti, dalle carte più pregiate a quelle dall’anima green, per stampati che puntano all’eccellenza qualitativa, anche in piccole tirature.

“L’intero ricavato del libro Come Vite Distanti”, spiega Cirimele “sarà devoluto all’Ospedale Spallanzani, al quale è già stato versato in queste settimane il ricavato della prevendita online promossa sul nostro e-shop”.

E proprio al fianco del progetto Come Vite Distanti firmato in collaborazione con ARF!, su pressup.it sono disponibili anche una serie di nuovi prodotti che l’azienda ha sviluppato in tempi record.

Tra le novità, le visiere protettive realizzate in collaborazione con Weerg (di cui 1.500 unità omaggiate a strutture ospedaliere e alla Protezione Civile Italiana), le mascherine filtranti monouso in poliestere e cellulosa e le barriere protettive in policarbonato da 5 mm ideali per banconi e casse. “Soluzioni studiate dal nostro reparto R&D sulla base delle richieste ricevute in queste settimane attraverso il costante dialogo con i nostri clienti che ne hanno manifestato la necessità urgente”, spiega Cirimele.

Esigenze che rimarranno attuali per lungo tempo anche al termine della crisi sanitaria. Per questo PressUP continua a lavorare per sviluppare nuove soluzioni realizzabili attraverso processi industrializzati che ne garantiscano qualità, efficienza produttiva, e quindi competitività in termini di costo. “Siamo un’azienda da sempre votata all’innovazione e alla creatività. Due asset del nostro operare, che in questo particolare momento si traducono in nuove proposte da commercializzare per continuare a sostenere il business, ma anche in progetti come quello di ARF! che alimentano la nostra creatività e la nostra passione per il printing”.