Come promuovere noi stessi, ragionando sul fatto che noi siamo un brand

Il progetto “Personal Branding Day” (Roma, 6 luglio 2012) nasce da un’idea di Stefano Principato e Alessandra Colucci con l’intento di divulgare una corretta cultura del Personal Branding, approccio che applica all’individuo – mutuandole dalle dinamiche corporate – strategie di marketing e comunicazione volte a promuoverne capacità, competenze e vantaggio competitivo.

Tom Peters, guru del marketing statunitense, afferma che “Qualsiasi sia la mia estrazione sociale o età, io sono di fatto il presidente, l’amministratore delegato e il responsabile marketing dell’azienda chiamata Io SpA” e basa le strategie del Personal Brand su tre principali pilastri: competenza, visibilità e networking.
Essere coerenti con la propria personalità, empatici, aperti al dialogo e allo scambio in modo da farsi conoscere e creare una propria rete di contatti con cui interagire

Un Personal Brand forte ed empatico si costruisce offrendo unicità e originalità: è necessario orientare l’individuo verso valori positivi e coerenti a ogni livello, per farlo bisogna che condivida le proprie risorse e instauri un dialogo costruttivo con gli altri.
E poiché la cura del proprio Brand è utile a inserire o a migliorare la posizione di qualsiasi professionalità nel mercato del lavoro, l’idea di organizzare la prima edizione di questa iniziativa è stata favorevolmente colta da IED Management Lab, main sponsor dell’evento.
Il PBDay è stato così studiato come un format di evento replicabile: un’intera giornata mirata ad approfondire l’argomento e a farne esperienza attraverso il confronto con consulenti esperti in materia.

Durante l’evento si potrà creare interazione tra relatori, ospiti e partecipanti, in modo che si instauri un’atmosfera coinvolgente e informale, volta al confronto, all’empatia e alla condivisione di idee e competenze.
L’iniziativa comprende momenti di più [in]formativi e momenti dedicati ad attività ludico-pratiche.
Alcuni interventi di professionisti del mondo della comunicazione, introdurranno l’argomento del Personal Branding analizzandone differenti punti di vista.
Saranno inoltre organizzate delle micro-consulenze gratuite in materia di gestione del brand tenute direttamente dai relatori e – contemporaneamente – verranno organizzati, anche per per aumentare ancor più il coinvolgimento del pubblico, dei mini-workshop incentrati su simulazioni e consigli utili rispetto a come affrontare l’inizio – o migliorare le performance – della propria carriera professionale, pratiche strettamente collegate al Personal Brand.