Come cambia la pubblicità con l'avvento della rete?

Può la pubblicità cambiare repentinamente grazie ad un medium? Questa domanda sarebbe stata lecita qualche decennio fa, oggi nell’epoca di Internet è impensabile non rispondere sì.

Può la pubblicità cambiare repentinamente grazie ad un medium? Questa domanda sarebbe stata lecita qualche decennio fa, oggi nell’epoca di Internet è impensabile non rispondere sì.
A queste conclusioni sono giunti David Verklin, Ceo di Carat Americas, la più grande agenzia indipendente di servizi per i media e Berenice Kanner, nel loro nuovo libro “Watch this, listen up, click here: inside the 300 billion dollar business behind the media you constantly consume” (“Qui su Amazon”:http://www.amazon.com/Watch-This-Listen-Click-Here/dp/0470056436).

Berenice e David tracciano a loro modo le linee di quello che secondo loro sarà il futuro della pubblicità e del marketing mondiale, un ambiente ormai instabile, creativo ed innovativo in cui Verklin vede importanti cambiamenti, tra cui lo spostamento verso un modello basato sull’Internet.

La pubblicità di oggi è sempre più incentrata sul consumatore ed allo stesso tempo guidata dal settore digitale, la dove le campagne pubblicitarie ora cominciano ad essere pianificate prima per i media digitali e poi verso gli altri mezzi e dove il proprio destinatario viene imprescindibilmente studiato, i minuti non dettano più l’acquisto di spazi pubblicitari.

E’ la differenza che c’è tra comprare tempo e creare tempo, il consumatore ora viene attratto verso uno spazio dove un dialogo avviene in tempi lunghi, interattivi e partecipati. Tempi che sono, lo stesso messaggio pubblicitario.

Related Posts