CO2: Microsoft vuole rimuovere tutta quella che ha prodotto fino ad oggi Microsoft ha annunciato di voler rimuovere dall’atmosfera l’equivalente della quantità di anidride carbonica (CO2) che ha emesso a partire dalla sua fondazione nel 1975.

Microsoft CO2

Microsoft ha annunciato di voler rimuovere dall’atmosfera l’equivalente della quantità di anidride carbonica (CO2) che ha emesso a partire dalla sua fondazione nel 1975.

Il consenso scientifico è infatti chiaro. Il mondo si trova ad affrontare un urgente problema: l’anidride carbonica nella nostra atmosfera ha creato una coltre di gas che intrappola il calore e sta cambiando il clima del mondo. La temperatura del pianeta è già aumentata di 1 grado centigrado.

Se non riusciamo a contenere le emissioni e le temperature continuano a salire, la scienza ci dice che i risultati saranno catastrofici.

Il CEO Satya Nadella insieme a Brad Smith, Presidente, Amy Hood, CFO e Lucas Joppa, Chief Environmental Officer hanno sottolineato ieri che mentre il mondo dovrà raggiungere lo zero netto di impatto, quelli di noi che possono permettersi di muoversi più velocemente e andare oltre dovrebbero farlo.

Ecco perché hanno annunciato un obiettivo ambizioso e un nuovo piano per ridurre e infine eliminare l’impronta di carbonio di Microsoft: in particolare entro il 2030 Microsoft diventerà Carbon Negative, ovvero sarà in grado non solo di azzerare le proprie emissioni ma anche di rimuovere quelle già esistenti.

Obiettivo da raggiungere nel 2050 sarà invece quello di eliminare dall’atmosfera le sue emissioni di CO2 “storiche”, ovvero la somma delle emissioni generate dall’azienda a partire dall’anno della sua fondazione.

Infine, l’azienda di Redmond ha annunciato un fondo di 1 miliardo di dollari da investire in innovazione e tecnologie volte a promuovere la sostenibilità ambientale e a combattere il cambiamento climatico.

L’annuncio consolida l’impegno di Microsoft nei confronti dell’ambiente e la sua attenzione alla riduzione delle emissioni, alla valorizzazione della biodiversità, alla tutela di risorse come l’acqua e alla lotta agli sprechi. Per fare in modo di avere un bilancio di emissioni pari a zero, un’azienda può scegliere diverse strategie, dove la più comune è controbilanciare le proprie emissioni investendo in progetti che riducono le emissioni di anidride carbonica altrove nel mondo. Cosa che Microsoft fa dal 20212 compensando le proprie emissioni.

La Settimana Grafica

Iscriviti alla Settimana Grafica

Rimani aggiornato su tutto quello che accade nelle Arti Grafiche e nella comunicazione, iscriviti ora alla nostra newsletter settimanale.


ai sensi dell'art. 13 Reg. UE 2016/679 e acconsento al trattamento dei dati personali

Rispondi