Cartoveneta

Cartoveneta: dai cartoni per le pizze ai porta abiti con Durst Delta WT 250

Giusto in tempo per sostenere il picco di commesse del periodo natalizio: Durst Delta WT 250 è stata consegnata presso lo stabilimento di Cartoveneta all’inizio dello scorso ottobre. 5 giorni per l’installazione e il sistema di stampa digitale è entrato subito in azione. Obiettivo: puntare a standard sempre più elevati in termini di tempestività, resa colore e sostenibilità.

Nei 2 stabilimenti in provincia di Venezia, il cartone ondulato è protagonista indiscusso. Cartoveneta vanta una pluriennale esperienza nella lavorazione digitale di questo materiale, con un reparto che anno dopo anno è stato potenziato con sistemi di stampa e taglio sempre più performanti.

Il primo approccio al digitale di Cartoveneta rispondeva all’esigenza di alcuni clienti di avere delle pre-serie e delle piccole campionature da utilizzare come tools per la forza vendite. Prodotti che dovevano essere realizzati in tempi brevi e a costi contenuti. Necessità simili a quelle delle agenzie grafiche e pubblicitarie che spesso si sono rivolte a Cartoveneta per realizzare mock up da presentare ai clienti.

Cartoveneta

Ed è proprio da queste collaborazioni che sono nate le opportunità di passare alle grandi produzioni di progetti che i clienti finali hanno sposato. “Oggi questa attività, pur rimanendo l’imballo tradizionale il core business della nostra azienda, rappresenta il nostro settore di eccellenza per continuare ad offrire ai nostri clienti un servizio veloce e tecnologicamente avanzato”, commenta Diego Michieletto, titolare di Cartoveneta insieme al fratello Renzo. Un mercato con un trend in crescita esponenziale che ha portato Cartoveneta alla decisione di potenziare il reparto produttivo con una tecnologia di stampa con prestazioni elevate. Must per la scelta: l’utilizzo di inchiostri base acqua, che rispondono alle necessità di ecosostenibilità dei clienti e di Cartoveneta, da sempre votata a una profonda sostenibilità ambientale. Una strada che ha portato i fratelli Michieletto dritti a Lienz, per testare le performance di Delta WT.

Nella wish-list richieste ben precise: velocità di esecuzione e produttività efficiente per lotti da 500/600 fogli di grande formato. Il tutto con il prerequisito imprescindibile della qualità e dell’automatizzazione di processo. Una mission questa per Durst che opera secondo il claim “From Pixel to Output”, potenziando le proprie stampanti con software proprietari per la gestione del flusso di lavoro.

E ancora, a soddisfare le aspettative di Diego e Renzo, qualità ottica e tattile paragonabile all’offset, velocità fino a 300mq/h, possibilità di stampare dal foglio A3 a lastre fino a 2, 5 metri. Il tutto utilizzando inchiostri base acqua flessibili, quindi idonei a lavorazioni successive come la cordonatura che nel mondo degli scatolifici è all’ordine del giorno. Inoltre, l’effetto liscio privo di porosità, insieme alla certificazione degli inchiostri Durst Food WT per imballi primari, estende le applicazioni realizzabili dal mondo del retail al food & beverage, dalla cosmetica al farmaceutico

La configurazione scelta da Cartoveneta è una linea completamente automatizzata, con sistema di carico e scarico; oltre a velocizzare esponenzialmente la produzione, Delta WT 250 stampa in esacromia permettendo di riprodurre anche sfumature tenui. Altro plus particolarmente apprezzato da Cartoveneta il sistema di ricircolo automatico degli inchiostri all’interno di tutto il circuito idraulico e nelle testine, che permette di eliminare la sedimentazione e di garantire una costante qualità di stampa priva di ugelli mancanti. Ciliegina sulla torta, il software di gestione del workflow messo a punto da Durst che massimizza l’efficienza del processo.

“Cartoveneta con questa scelta è tra i primi scatolifici in Italia a poter vantare l’utilizzo di questa esclusiva tecnologia che sicuramente fa la differenza nell’output che l’azienda può offrire al mercato” spiega Alberto Bassanello – Direttore Vendite Italia di Durst.

Ma la forte propensione di Durst verso l’innovazione tecnologica è sempre più incalzante. Grandi novità verranno presentate in occasione della prossima Drupa, dove, grazie alla joint venture con Koenig & Bauer, Durst svelerà nuove soluzioni Single Pass specificatamente progettate per la cartotecnica.


AmazonCommercial - Mascherine FFP2 certificate CE, filtraggio al 94% (confezione da 10)
  • Con certificazione CE da parte di un organismo notificato UE (numero 0099) che garantisce il rispetto degli standard europei di salute, sicurezza e protezione ambientale; confezionate in modo igienico per ulteriore sicurezza
  • Testate e approvate secondo gli standard FFP2 con un efficiente tasso di filtraggio superiore al 94%, intrappolano le particelle di dimensioni inferiori a 0,1 micron, inclusi i patogeni batterici
  • Design ad alta resistenza alla polvere, ideali da utilizzare a casa, al lavoro o all’esterno, proteggono da nebbia, foschia, tubi di scappamento delle auto, fumo passivo e altro
  • Realizzate con materiali di prima qualità, inclusi elastici delicati che non sfregano né irritano, possono essere facilmente appese al collo quando non si utilizzano. Create tenendo bene a mente sia la protezione che il comfort, grazie alla forma sagomata riducono la pressione sul viso
  • Il materiale morbido ed elastico intorno ai bordi delle mascherine aderisce al viso per impedire l’entrata di polvere, mentre i filtri stratificati in cotone ti permettono di respirare normalmente anche in ambienti caldi e umidi

Related Posts
Leggi di più

La Guida Bar d’Italia è green con l’eco calcolatore ambientale

Giunta quest'anno alla sua 18a edizione la Guida Bar d'Italia del Gambero Rosso racconta questo universo in continuo divenire attraverso una selezione di 1.300 indirizzi sul territorio nazionale e con un occhio alla sostenibilità grazie all'utilizzo della carta riciclata e dell'Eco calcolatore. La scelta di stampare la Guida su carta riciclata ha consentito il risparmio di 5.314 kg di legno che corrispondono a 48 alberi salvati.