Campionato mondiale: sponsor soddisfatti

I Campionati del Mondo di calcio Fifa – Germania 2006, già dal loro inizio gareggiavano per il titolo di evento sportivo mondiale più seguito nella storia, di conseguenza la finale Italia – Francia si può definire, senza dubbio alcuno, come l’evento mediatico dell’anno.

Si stima che il pubblico che ha seguito la partita sia stato di 1,5 miliardi di persone, circa 1/4 della popolazione mondiale, in virtù del fatto che la partita è stata trasmessa da 533 emittenti di 231 Paesi nel mondo, di cui solo 165 in Pay TV.
In Italia, essendo con la Francia direttamente coinvolti in questa storica finale, la partita, trasmessa sul terrestre da RAI Uno, ha tenuto incollati allo schermo una media di 23.935.000 spettatori, con uno share dell’84.12% e contatti netti per 31.430.000 nell’arco dell’intera durata della partita. A questo dato vanno aggiunti approssimativamente altri 2.000.000 di spettatori che hanno seguito la partita sul canale SKY.

Conclusosi l’evento è ora tempo di bilanci. Da un punto di vista delle sponsorizzazioni sportive, i Mondiali di calcio sono forse il più importante evento sportivo mondiale, e tra le altre cose ci chiediamo: qual è stato il ritorno televisivo degli sponsor ufficiali della Coppa del Mondo presenti sul campo?
Sponsor come Yahoo, Coca Cola, Gillette, Adidas, Fujifilm o Mc Donald’s possono ritenersi pienamente soddisfatti: i Campionati del mondo di calcio di Germania 2006 si sono rivelati un vero affare!

Analizzando il solo media televisivo, ciascuno dei Top sponsor Fifa durante la finale di ieri sera si è visto mediamente per 20,94 minuti nell’arco della partita (rigori esclusi).
Sport System Europe calcola per il ritorno economico delle sponsorizzazioni un valore molto vicino a € 457.600, nel solo territorio italiano. Proiettando a livello globale la visibilità maturata dal brand sponsor durante la partita, si raggiunge una valore pari a € 20.198.000.

Ragionando sulla totalità dell’evento, questo Mondiale meglio di così non poteva andare: a fronte di un investimento, che non si nasconde essere consistente, gli sponsor hanno ottenuto un ritorno di visibilità su scala mondiale senza eguali, sia per i numeri dei contatti live generati che, grazie alla politica della Fifa in tema di sponsorizzazioni, alla qualità della stessa, ripagando generosamente l’investimento iniziale.
Naturalmente, in Italia, con l’entusiasmante cavalcata della Nazionale fino a Berlino, l’attenzione verso la manifestazione è andata in crescendo, fino al culmine della finale Italia – Francia, che ha portato, per gli sponsor, in questi due paesi, un ritorno addirittura esponenziale.
Un investimento che oggi, a Mondiali conclusi, può far dichiarare molto soddisfatti, oltre ai tifosi italiani anche gli sponsor!

La Settimana Grafica

Iscriviti alla Settimana Grafica

Rimani aggiornato su tutto quello che accade nelle Arti Grafiche e nella comunicazione, iscriviti ora alla nostra newsletter settimanale.


ai sensi dell'art. 13 Reg. UE 2016/679 e acconsento al trattamento dei dati personali

Rispondi