Amazon, priorità ai beni di prima necessità: stop agli ordini superflui dal 21 marzo

Amazon
Photo by JORDAN STEAD / Amazon

“Così come i clienti utilizzano l’e-commerce come strumento utile ai loro sforzi di distanziamento sociale, anche noi abbiamo adottato misure specifiche di distanziamento all’interno dei nostri centri di distribuzione affinché i nostri dipendenti possano lavorare insicurezza” inizia così la nota diffusa da Amazon.

“La combinazione di questi due elementi ci richiede di concentrare la nostra capacità disponibile sui prodotti che hanno la massima priorità, smetteremo temporaneamente di accettare ordini su alcuni prodotti non di prima necessità. Questa decisione consente ai nostri dipendenti dei centri di distribuzione di focalizzarsi sulla ricezione e spedizione dei prodotti di cui i clienti hanno più bisogno in questo momento.”

Questa la nota diffusa da Amazon Italia annunciando la limitazione degli ordini sul suo e-commerce allo stretto necessario.

Quindi a causa delle impellenti priorità dettate dall’emergenza Coronavirus, dal 21 marzo su Amazon niente più libri, elettrodomestici, videogames, giocattoli, tutto il superfluo durante questa pandemia non lo si potrà ordinare.

La decisione è stata adottata per i siti italiano e francese.