Adobe ha lanciato il nuovo Autori Adobe Stock

q

Adobe ha annunciato ieri il lancio della beta della nuova piattaforma che permette di caricare e vendere foto, illustrazioni, video e file vettoriali, alla più grande comunità creativa del mondo. “La maggior parte degli acquirenti e degli autori utilizzano almeno uno dei prodotti Adobe, siamo lieti di offrire a loro e non solo, questo valore aggiunto, del primo portale per comprare, ma ora anche per vendere contenuti di alta qualità, royalty-free” ha dichiarato l’azienda.

Contribuendo al servizio Adobe Stock, si ha l’opportunità di mostrare il proprio lavoro a milioni di clienti, direttamente all’interno delle applicazioni Creative Cloud. Inoltre, l’uscita del nuovo sito Autore include due caratteristiche che renderanno la presentazione dei contenuti Adobe Stock più facile che mai: grazie all’auto-keyword e l’integrazione al Creative Cloud.

Auto-keywording, ovvero il suggerimento delle parole chiave, è uno strumento essenziale per risparmiare tempo, che permette di generare automaticamente le prime 5 parole chiave di ogni immagine caricata. Quando si carica un’immagine, il nostro algoritmo la analizza e genera le parole chiave prendendole da immagini di successo simili a quella proposta. Le riordina per rilevanza e mostra la top 5 da rivedere, correggere e riorganizzare.
La funzionalità è in beta ed è basata sul concetto di “machine learning” – la sua precisione migliorerà con l’utilizzo della nostra comunità. Quanto più si utilizza la funzione, e più si corregge, meglio è – in ultima analisi, risparmiando più tempo.

Una delle priorità per gli autori è minimizzare il tempo speso durante il processo di invio, massimizzando così il tempo trascorso a fare quello che sanno fare meglio: la creazione. Adobe ha integrato i contenuti Adobe Stock direttamente all’interno delle applicazioni Creative Cloud, proprio da dove si crea, risparmiando tempo e riducendo l’attrito.

qode interactive strata

Durante questa fase beta, potremo caricare le immagini su Adobe Stock direttamente da Lightroom CC e Bridge CC.

Per il momento, si tratta di un processo in due fasi in cui saranno finalizzate le osservazioni sul sito Autori Adobe Stock. L’obiettivo dell’azienda è quello di aprire la funzione a più tipi di contenuto e di allargare l’integrazione al più presto per più applicazioni CC.