Accessibilità per disabili: cambiamo il simbolo?

“The Accessible Icon Project” si prefigge di trasformare la vecchia simbologia internazionale (International Symbol of Access o ISA e normata con ISO 7001) che raffigura i disabili, in un’immagine più attiva, impegnata.
Alla base del progetto nato nel Gordon College Campus in USA, vi è la volontà di dare una rappresentazione migliore e meno stereotipata dei disabili, persone pienamente in grado di prendere decisioni che riguardano la propria vita, anche per la mobilità. La vecchia icona, pietra miliare nella storia dell’ADA, rappresenta oggi una persona passiva: braccia e gambe sono disegnate come parti meccaniche e la sua postura è innaturalmente eretta; tutto questo non fa altro che rendere importante la sedia e non la persona.

Le persone con disabilità, di ogni tipo e non solo gli utilizzatori di sedia a rotelle, oggi vogliono maggiori diritti e opportunità per la partecipazione sociale, politica e culturale, il progetto vuole andare oltre, convicere la società e le città ad evolvere le loro immagini di accessibilità.
Questo nuovo simbolo potrebbe presto sostituire il simbolo classico dato che è progettato ADA Compliant, infatti la normativa ha delle permissività che non necessiterebbero di ricertificare il nuovo simbolo; per ora il nuovo simbolo è visibile, in forma riadattata, su alcuni taxi della Grande Mela.

Rispondi