Packaging Premiere Trends Talks

A Packaging Première il misterioso nero di Favini

Dopo anni di dominio del total white, ritorna – sexy e misterioso, elegante ed eclettico – il nero, il colore – non colore di tendenza nel packaging design e non solo. Uno stand total black, “illuminato” dagli skyline notturni delle più belle città del mondo: così Favini ha deciso di omaggiare il re incontrastato del packaging di lusso

Favini, tra i leader globali nelle specialità grafiche innovative per il packaging dei prodotti realizzati dai più importanti gruppi mondiali del settore luxury e fashion, è presente da oggi al Packaging Première di Milano, l’esposizione selettiva dedicata al packaging per il lusso, in programma fino al 17 Maggio 2018, presso il MiCo – Milano Congressi di piazzale Carlo Magno a Milano.

Favini, per questa speciale occasione, ha scelto di mettere in mostra il proprio assortimento di carte nere con uno stand in total black che rende omaggio al re indiscusso del packaging di lusso 2018: il nero, il colore – non colore da sempre amatissimo da designer, creativi e grafici – nonostante le mode che si susseguono – perché potentemente comunicativo. Gli affascinanti contorni notturni delle più belle città del mondo – Roma, New York, Sidney, Mosca, Dubai, Colonia, Kuala Lumpur, Shanghai e Londra – illumineranno lo stand Favini, evocandone il fascino e la bellezza.

“Il nero prosegue nel suo trend di crescita, in parte a discapito del bianco, utilizzato ormai per molte tipologie di prodotto e da numerosi brand”, dichiara Marco Bertolo, Direttore Vendite Italia di Favini. “Senza paura abbiamo esplorato il mondo del nero con un vero e proprio “giro del mondo” in 15 immagini, 15 skylines – neri ovviamente – che esaltano il colore del mistero in tutte le sue possibili declinazioni”.

Oggi, i principali settori di utilizzo di black packaging sono quelli del food&beverage di lusso (in primis cioccolato, vino e liquori), dell’hi tech e del beauty, quest’ultimo in crescita esponenziale. Nel settore fashion, il nero non tramonta, rimanendo sempre uno dei principali trend. Il bianco, da sempre associato al concetto di “pulito”, è stato per molti anni il protagonista indiscusso dei prodotti dedicati alla cura della persona: grazie al forte potere evocativo del bianco, i consumatori avevano infatti l’impressione che un prodotto vestito di bianco fosse più efficace rispetto agli altri. Secondo alcune fonti, oggi sembra che le cose stiano cambiando e, dopo anni in cui il bianco è stato predominante su tutti i tipi di packaging, il nero sta tornando alla ribalta. Già molti marchi del beauty hanno scelto il nero per i propri prodotti perché capace di evocare, come nessun altro, il lusso, la classe e l’esclusività.

Grazie alla loro straordinaria versatilità, le carte nere Favini sposano perfettamente il mondo del packaging. Per quanto riguarda la grafica, le carte nere si distinguono per la loro intrinseca capacità di fornire risultati di stampa di forte impatto visivo ed emozionale, grazie alle diverse tecniche di nobilitazione possibili, che comprendono la stampa nero su nero, gli effetti metallizzati e l’unione tra gli effetti matt e shine, litografia, serigrafia, digitale, lamina e punzone a secco.

“La scelta del nero in comunicazione è estremamente ricca di opzioni: si può prediligere un nero “assorbente” o, al contrario, uno estremamente riflettente, o optare per delle infinite combinazioni che stanno nel mezzo a questi due estremi”, continua il Direttore Vendite Italia di Favini. “Il Nero Favini è da sempre molto apprezzato dai professionisti del nostro settore: siamo riconosciuti come dei veri e propri «specialisti» per la nostra capacità indiscussa di esplorare tutte le potenzialità espressive di questo colore. Siamo quindi orgogliosi di aver vestito di nero lo stand di questa seconda edizione di Packaging Première: siamo convinti che i visitatori saranno sedotti e conquistati da questo nostro particolare viaggio in notturna intorno al mondo”, conclude Marco Bertolo.


AmazonCommercial - Mascherine FFP2 certificate CE, filtraggio al 94% (confezione da 10)
  • Con certificazione CE da parte di un organismo notificato UE (numero 0099) che garantisce il rispetto degli standard europei di salute, sicurezza e protezione ambientale; confezionate in modo igienico per ulteriore sicurezza
  • Testate e approvate secondo gli standard FFP2 con un efficiente tasso di filtraggio superiore al 94%, intrappolano le particelle di dimensioni inferiori a 0,1 micron, inclusi i patogeni batterici
  • Design ad alta resistenza alla polvere, ideali da utilizzare a casa, al lavoro o all’esterno, proteggono da nebbia, foschia, tubi di scappamento delle auto, fumo passivo e altro
  • Realizzate con materiali di prima qualità, inclusi elastici delicati che non sfregano né irritano, possono essere facilmente appese al collo quando non si utilizzano. Create tenendo bene a mente sia la protezione che il comfort, grazie alla forma sagomata riducono la pressione sul viso
  • Il materiale morbido ed elastico intorno ai bordi delle mascherine aderisce al viso per impedire l’entrata di polvere, mentre i filtri stratificati in cotone ti permettono di respirare normalmente anche in ambienti caldi e umidi

Related Posts
Milano Graphic Festival
Leggi di più

Milano Graphic Festival: dal 25 marzo

Tre giorni di mostre, workshop, talk e performance in tutta la città metropolitana a partire dagli hub di BASE Milano e Certosa Graphic Village in collaborazione con musei, scuole, archivi, studi, gallerie d’arte, librerie e importanti protagonisti del mondo del visual design.