Fine di un'epoca, Freehand è morto

Dopo le “prime polemiche”:http://www.fare-web.it/cms/Contenuti/adobe-inizia-il-pensionamento-freehand-a-rischio sorte poco dopo l’acquisizione di Macromedia da parte di Adobe, con l’uscita della nuova Creative Suite 3 il sipario si chiude.

Dopo le “prime polemiche”:http://www.fare-web.it/cms/Contenuti/adobe-inizia-il-pensionamento-freehand-a-rischio sorte poco dopo l’acquisizione di Macromedia da parte di Adobe, con l’uscita della nuova Creative Suite 3 il sipario si chiude.

Dai listini, dalle note tecniche e dalla documentazione sparisce il glorioso Freehand, pioniere della computer grafica sin dal 1988 con il nome di *Aldus Freehand* finì successivamente in mano alla Macromedia nel ’95 che lo sviluppò fino alla versione oggi disponibile, la MX.

L’ultima, dato che nei nuovi piani di Adobe (com’era prevedibile ndr.) vedono Illustrator sostituire il noto programma di impaginazione e grafica vettoriale.

Una sostituzione a forza di acquisizioni e non di meriti, questa volta. Adobe mette a disposizione (buon cuore ndr.) “una guida per la migrazione”:http://www.adobe.com/designcenter/illustrator/articles/illcs2ip_fhillmigr/illcs2ip_fhillmigr.pdf da MX ad Illustrator.

“Via”:http://www.scattodesign.com/blog/freehand-la-morte-di-un-titano/

8 comments
  1. Chi dice che Illustrator e’ un programma serio sicuramente non lavora in prestampa. Sarebbe ora di rendere obbligatorio a chi fa il grafico creativo di fare due anni di tirocinio obbligatorio in una fotolito o tipografia con fotounita’. Dopo amera’ molto meno Illustrator e capira’ che e’ meglio un’obsolescenza affidabile (io uso ancora Freehand 10) piuttosto che un’innovazione stupida (uso Illustrator CS2 solo per convertire le Porcherie fatte dai super artisti)… A chi parla di Paint del vettoriale auguro di dover cambiare mestiere e lavorare in prestampa…

  2. Be’ a ‘sto punto prendo in considerazione l’aggiornamento di Corel Draw… e pensare che ho sentito io stesso due anni fa il capo italiano di Macromedia (ancora si chiamava cosi’) spiegare i mille motivi x cui Freehand doveva sopravvivere all’acquisizione. A questo punto immagino che pure FlashPaper, comodo e pratico, si dovrà inchinare al grande Portable Document Format….

  3. credo che ci siano delle enormi differenze tra illustrator e freehand. Lo dice la parola stessa illustrator è un ottimo programma x fare illustrazioni ma x chi utilizza freehand come programma di impaginazione e illustrazione cosa dovrebbe fare? utilizzare quello schifo di express x un lavoro creativo nn se ne parla nemmeno, e poi nn dimentichiamoci che illustrator molte volte crea delle cose che in realtà non possono essere stampate in offset con la stessa immediateza di freehand, vedo tutte le sue fantastiche sfumaturine..aumenterebbe il distacco tra la nuova generazione di grafici (che di tecnica e stampa nn ne sa nulla) e i tipografi e chi lo dice è un grafico creativo di 28 anni che lavora da nove anni e si preoccupa anche di tutte le problematiche di file esecutivi e produzione..
    illustrator x chi ha sempre utilizzato freehand lasciatemelo dire è una chiavica!! complica la vita e basta ADOBE dovrebbe capire le nostre problematiche e venirci in contro in qualche modo altrimenti rischia di essere boigottato come stiamo facendo in tanti che pur di nn cambiare utilizzano fh mx con tutti i suoi bag e senza aggiornamenti x di nn migrare e dei manuali x la migrazione avrei una bella idea di cosa se ne possono fare…(usate la fantasia)

  4. non esiste proprio, cos‘è sta storia? Io lavoro con freehand dal ’90, lasciamo stare chi fa grafica vettoriale ad alti livelli ma c‘è tantissima gente come me che lo usa soltanto per impaginare un lavoro che arriva qui da me in litografia (da grafici che fanno dei bei disegnetti ma che non hanno un idea sulla tecnica) creare pagine pubblicitarie in 5 minuti o che ne so, biglietti, opuscoli ecc ecc.
    Illustrator è lento!!! è tinco!!! Ha troppe cose che non servono. Basta, sono in protesta persa, io cambio lavoro, non ne ho assolutamente voglia di mettermi ad imparare un software nuovo, io ho bisogno di velocità ed immediatezza di esecuzione, non di stare li a fare le sfumaturine, le ombrine o le fusioni. Freehand lo si impara in poche mosse ed è questo che la gente vuole da un software, semplicità e velocità per ottimizzare la produzione! non stare delle giornate per imparare a muovere un oggetto! E’ inusabile! sono inc..to come una lince!

  5. Ho iniziato il mio lavoro come grafico nel ’99 e come primo software ho utilizzato fh9 trovandomi a mio agio con comandi semplici ed intuitivi. Poi nel 2002 per forza di cose mi sono spostato su Illustrator, beh lasciatemelo dire, tutto un altro pianeta! Comandi magari all’inizio più complicati ma programma sicuramente più completo e permettetemelo serio. Non ha praticamente limiti. Non sentirò la mancanza di freehand anche se un pensiero va agli affezionati utilizzatori che non ne possono fare a meno.

  6. E’ dall’88 che uso freehand e non smetterò di usarlo. Come si puo convertire il lavoro di 18 anni?
    Chi lo sa usare bene fa qualsiasi cosa con quel programma.
    Piuttosto che migrare a Illustrator o a In.Design migro alle Canarie…
    Tenterò seriamente con l’Antitrust Americana
    Lucio

  7. Non mi pare proprio che Freehand sia ai livelli di Illustrator. Ma questo lo capisce chi sa usare bene Illsutrator, chi si è scontrato con la sua interfaccia ostica che rende il layout perfetto. e poi si può imparare a rendere flessiile illustrator. freehand mi sembra il paint del vettoriale.

  8. Sono in lutto. Ho mosso i primi passi nella grafica vettoriale con FH…
    Credo che continuerò ad usarlo ugualmente… Secondo me a volte Illustrator è troppo complesso anche per fare le cose più semplici…

Comments are closed.

Related Posts