Formazione e futuro: la 24ORE Business School premia 816 talenti

La cerimonia di consegna dei diplomi della 24ORE Business School, un evento annuale che si è tenuto nell’Anfiteatro di via Monte Rosa a Milano, ha segnato un momento significativo per 816 laureati dei master, sottolineando il forte impegno dell’istituzione nel colmare il divario tra talenti emergenti e le migliori aziende italiane. Da oltre tre decenni, questa prestigiosa scuola di alta formazione si dedica a preparare i professionisti di domani, enfatizzando la necessità di un apprendimento continuo e specializzato in un panorama lavorativo in rapida evoluzione.

LA SETTIMANA GRAFICA
ISCRIVITI ORA!

Quest’anno, la Master’s Graduation Ceremony ha evidenziato una tendenza interessante tra i giovani professionisti: un’inclinazione marcata verso le nuove professioni, soprattutto quelle legate al mondo del marketing, della comunicazione e della creatività. Con 228 studenti che hanno completato master in ambiti come “Marketing Comunicazione & Digital Strategy”, “Digital Communication & Social Media Marketing”, e altri percorsi focalizzati su competenze digitali e creative, si riflette una chiara risposta alle esigenze del mercato del lavoro contemporaneo.

Formazione e futuro: la 24ORE Business School premia 816 talenti
Valerio Momoni, CEO di 24ORE Business School, coi diplomati alla Master’s Graduation Stefano Pozzi e Istituto Italiano di Fotografia

L’evento non solo ha celebrato il traguardo accademico degli studenti, ma ha anche messo in luce la loro pronta employabilità, con circa il 90% dei neodiplomati che ha già trovato impiego a soli due mesi dalla conclusione del percorso di studi. Questo successo testimonia l’efficacia del modello formativo della 24ORE Business School, che integra teoria e pratica, preparando i suoi studenti a entrare con competenza nel mondo del lavoro.

ADVERTISING

L'ARTICOLO CONTINUA SOTTO

Il CEO della 24ORE Business School, Valerio Momoni, ha sottolineato l’importanza dell’alta formazione in un contesto lavorativo che richiede sempre più competenze specializzate e aggiornate. La serata ha visto anche la partecipazione di ospiti illustri, tra cui Matteo Battiston, Chief Design Officer di EssilorLuxottica, che ha condiviso la sua esperienza personale, riconoscendo il valore del percorso formativo seguito presso la scuola nel suo sviluppo professionale.

Oltre ai programmi focalizzati sul digitale e la creatività, la 24ORE Business School si distingue per la sua offerta formativa in settori chiave dell’eccellenza italiana, come moda, lusso, food & beverage e turismo, nonché in ambiti emergenti quali la cybersecurity e la sostenibilità ambientale. Questa diversificazione rispecchia l’obiettivo dell’istituto di formare professionisti capaci di navigare le complessità del mercato globale, mantenendo al contempo le radici e i valori del Made in Italy.

La scuola, parte del gruppo Digit’Ed, rappresenta un punto di riferimento nel panorama educativo italiano e europeo, grazie alla sua capacità di anticipare le tendenze del mercato del lavoro e offrire corsi aggiornati che rispondono alle esigenze di un pubblico eterogeneo, dai giovani diplomati ai professionisti esperti. Con un approccio che bilancia teoria e pratica, e un’ampia rete di contatti nel mondo aziendale e istituzionale, la 24ORE Business School si conferma come una fucina di talenti pronti a contribuire con innovazione e competenza al tessuto economico del paese.

Related Posts
Diabolik e il segreto di Cadorna
Leggi di più

Diabolik e il segreto di Cadorna

Nel contesto urbano di Milano, un evento particolare sta per catturare l’attenzione di appassionati di fumetti, storici della…
Marcello Gandini
Leggi di più

È morto Marcello Gandini, uno dei più famosi car designer

Marcello Gandini, l'illustre designer di automobili, ci ha lasciati all'età di 85 anni, lasciando un'eredità di innovazioni nel design automobilistico italiano. Celebrato per le sue creazioni rivoluzionarie, tra cui la Lamborghini Miura e la Ferrari GT4, il suo talento ha ridefinito l'estetica e la funzionalità nel mondo delle auto di prestigio. Il Politecnico di Torino ha riconosciuto il suo contributo eccezionale al design conferendogli la laurea honoris causa il 12 gennaio, rendendo omaggio al suo impatto duraturo e alla sua visione avanguardistica.